Autismo e Metalli pesanti

I metalli pesanti sono i composti più pericolosi e dannosi tra le sostanze inquinanti. Infatti, penetrano in maniera insidiosa nel nostro organismo attraverso cibi, bevande, aria atmosferica, abiti e trasporti, vaccini, bloccando l’attività di numerosi complessi enzimatici.

L’assorbimento dei metalli pesanti a livello gastrointestinale varia a seconda delle condizioni dell’ospite, della composizione [inorganica od organica] e dello stato di valenza del metallo. Il sangue è il principale mezzo di trasporto dei metalli.

Le principali vie di escrezione dei metalli sono quella renale e quella gastrointestinale. In minima parte l’eliminazione può avvenire per salivazione, traspirazione, esalazione, allattamento, esfoliazione della pelle e perdita di unghie e capelli. Alcuni organi [ossa, fegato e rene] sequestrano determinati metalli in concentrazione relativamente elevate e per anni.

Caratteristica comune dei metalli pesanti è la grande affinità per i tessuti ricchi di zolfo, come il tessuto cerebrale, e la capacità di formare legami chimici covalenti, ossia molto forti. Tutti sono tossici per il sistema nervoso anche se il modo in cui arrecano danno è diverso, a seconda dell’affinità per un sistema enzimatico o una struttura cellulare, influiscono e viene influenzato dal comportamento biologico.

Il più tossico in assoluto è il mercurio, capace di bloccare qualunque sistema enzimatico.

Il mercurio è un metallo molto tossico per gli esseri viventi [specie nelle sue formulazioni liposolubili ed idrosolubili utilizzate in farmaci e vaccini, oltre che in forma metallica nelle amalgami dentali] eppure esso è stato introdotto ugualmente nei vaccini.

Questo metallo tossico è solubile nel grasso, ovvero si accumula nel grasso corporeo degli esseri umani ed animali. Il cervello contiene il 60% di grasso e quindi è un luogo consueto per l’accumulo del mercurio!

Nei vaccini è introdotto sotto forma di Tiosalicilato di Mercurio [Tiomersal o Thimerosal]. Con una dose di un qualsiasi vaccino contenente Thimerosal si inocula mercurio nei bambini.

Se volete comunque far vaccinare il vostro bambino, richiedete i vaccini che non contengano Thiomersal [conservante a base di mercurio], né idrossido e/o fosfato di alluminio che sono anch’essi molto tossici.

Attenti inoltre a non farvi fregare dal foglietto illustrativo dove, negli eccipienti, appare solo la dizione “sali minerali“: è un nostro/vostro diritto conoscere quali sono i sali minerali e la loro concentrazione in base alle normative dell’ente mondiale sulla vigilanza dei farmaci [Federal Drugs Administration].

Questi conservanti sono contenuti anche in vaccini per l’influenza utilizzati in Italia !

Studi americani, pubblicati a giugno di quest’anno 2009 sulla rivista Toxicological and Enviromental Chemistry hanno evidenziato il nesso fra queste terribili sostanze tossiche e le malattie del sistema linfatico, nervoso ed immunitario nei bambini e nei giovani vaccinati.

Riproduzione riservata ©


Bibliografia:
  • Mitochondrial dysfunction, impaired oxidative-reduction activity, degeneration, and death in human neuronal and fetal cells induced by low-level exposure to thimerosal and other metal compounds
    [Journal Toxicological and Enviromental Chemistry – D.A. Geier e collaboratori, 2009 – Taylor & Francis – http://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/02772240802246458]
Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli
infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.

Commenta per primo