Advertisements

Vaccino A/H1N1: progetto occulto? (parte seconda)

PUNTATA PRECEDENTE: La giornalista austriaca Jane Burgermeister ha denunciato l’OMS e le Nazioni Unite in merito alla diffusione del virus AH1N1 e al rilascio del relativo vaccino. La Burgermeister ha consegnato al tribunale federale austriaco le prove d’accusa che testimoniano il coinvolgimento di diversi rappresentanti politici e aziende farmaceutiche americane in un’agenda di depopolamento intenzionale degli USA e di altri stati europei.

A questo link l’ntervista a Jane Burgermeister. Trasmissione radiofonica RBN di Drew Raines, con la partecipazione della D.ssa Rebecca Carley e Pat Jordan.

NOTIZIA RECENTE: Forse è un pò esagerata ma ormai sappiamo che quando si parla di vaccini al peggio non c’è mai un limite.

Sono molti i medici in tutto il mondo che temono che sarà lo stesso vaccino a scatenare una pandemia di H1N1 combinata con H5N1. Questi timori purtroppo sono fondati.

Quello che sta accadendo è fuori da ogni immaginazione: addirittura, in alcuni casi, negli stessi vaccini viene messo il virus, in modo da indurre i bambini vaccinati ad infettare gli altri.

Una società farmaceutica, la Baxter International, è stata sorpresa mentre distribuiva stock di vaccini nasali contaminati dal virus vivo dell’influenza aviaria, la H5N1.

Il Dr. A. True Ott ha trovato nell’ufficio brevetti USA un brevetto del virus dell’influenza suina dell’azienda americana Medimmune, richiesto nel 2007 e ricevuto nel 2008. Questa è un’altra prova, se ce ne fosse bisogno, della malafede dell’Oms che ha detto che questo virus non esisteva prima e che i vaccini sarebbero necessari.

E’ evidente che ci troviamo in un momento storico in cui il gruppo dominante desidera far diminuire la popolazione mondiale nel giro di poco tempo, e per questo, oltre ai soliti metodi (guerre, massacri, fame) vuole utilizzare la falsa pandemia, inducendo molti a vaccinarsi.

Occorre anche osservare che queste persone sono infastidite dalla corretta informazione sul vaccino che sta circolando in rete, a tal punto che qualcuno sta teorizzando la possibilità di bloccare la rete “in caso di pandemia”.

Il GAO, lo U.S. Government Accountability Office, l’agenzia americana ha detto che nei momenti di emergenza la rete va chiusa.

Nel documento “INFLUENZA PANDEMIC”, uscito questo mese e scaricabile in pdf da Internet, si fanno pressioni alla Protezione Civile americana, la Homeland Security Department, perché sviluppi una strategia per prendere il controllo della rete in caso di pandemia (fonte: http://www.byoblu.com/post/2009/10/27/La-protezione-civile-blocca-la-rete.aspx#continue).

Fonte: http://lanuovaenergia.blogspot.com

Link: http://lanuovaenergia.blogspot.com/2009/10/sterminio-di-massa.html

Advertisements

News in Pictures

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: