Advertisements

VACCINAZIONI 2010: il ricatto occupazionale

Come risaputo da tempo la UE ha chiesto all’Italia e alla Grecia di uniformarsi alla libera vaccinazione.

L’Italia sembra voler impegnarsi in questo senso alla luce delle ultime Leggi Regionali apparse in Veneto, Lombardia, Piemonte, Toscana, Sardegna, Emilia Romagna, e forse altre ancora ne seguiranno.

Il problema è però determinato dal ricatto che sta subendo il nostro paese da parte delle industrie farmaceutiche: per esempio a Verona, il Centro Ricerche GlaxoSmithKline si appresta a chiudere mettendo a rischio centinaia di posti di lavoro.

Da qui la vergognosa retromarcia delle nostre Istituzioni che hanno affermato come l’Italia non è pronta, e con tutta probabilità ritarderanno l’adeguamento anche a costo di pagare multe per infrazioni!

Il business dei vaccini è enorme e prepotente, lo abbiamo potuto constatare di persona nell’ambito della falsa pandemia H1N1: fatturati da miliardi di euro solamente in Italia!… dove i vaccinati sono circa il 97% della popolazione contro il 60% dei paesi dove invece è facoltativo.

Il principale vaccino implicato in questa storia vergognosa è il vaccino INFANRIX HEXA, ovvero un vaccino esavalente (difterite, tetano, poliomielite, epatite virale B, pertosse, Haemophilus Influenzae B)  che già solo per essere tale è decisamente fuori legge visto che le vaccinazioni obbligatorie elencate dal nostro Ministero della Salute sono solo quattro: difterite, tetano, poliomielite, epatite virale B.

Se poi pensiamo che tale vaccino non deve essere somministrato in bambini di età superiore ai 36 mesi, quale altro composto viene somministrato tra i 5 e i 6 anni di età?

Il composto inoculato col richiamo ai 5-6 anni di età si chiama TRITANRIX HepB (vaccino difterico, tetanico, pertossico, epatite B) sempre prodotto, ma guarda che coincidenza, dalla GlaxoSmithKline. Tale vaccino contiene thiomersale e idrossido di alluminio che, in un soggetto autistico, andrebbero ad aggravare la sua patologia cacciandolo in un punto di non ritorno.

Se poi abbiamo la sfortuna di incappare nel vaccino TRIPEDIA (difterite, tetano, pertosse) della Sanofi, sappiate a cosa andate incontro leggendo qui.

Advertisements

News in Pictures

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: