Annunci

Mente Sconvolta…. da sostanze chimiche.

Il Learning and Developmental Disabilities Initiative (LDDI – ovvero una coalizione per la salute formata da più di 200 organizzazioni tra le quali si annoverano le più importanti associazioni americane per l’autismo), ha rilasciato nei giorni scorsi un primo rapporto mai biomonitorato per individuare  l’inquinamento di prodotti chimici tossici nelle persone con deficit di apprendimento e disabilità dello sviluppo.

Nei soggetti coinvolti nello studio sono state trovate 61 sostanze tossiche differenti.

Visto il preoccupante aumento del tasso di disturbi dello sviluppo è stata avviata una interpellanza d’urgenza agli organi governativi preposti per l’Ambiente e i Lavori Pubblici.

Infatti, negli USA è in vigore il Toxic Substances Control Act (TSCA)  che consiste nel diritto primario federale in materia di sicurezza delle sostanze chimiche, e non è mai stato modificato dopo la sua adozione nel 1976.

Delle 80.000 sostanze chimiche disponibili per l’uso negli Stati Uniti, l’Environmental Protection Agency è stata in grado di richiedere le prove di sicurezza di soli 200. Decisamente poco!

Dal momento che è stato dimostrato che l’accumulo di sostanze chimiche come il piombo, il mercurio, il bisfenolo A (BPA) e alcuni polibromurati come il PBDE danneggiano il cervello in via di sviluppo a livelli molto inferiori a quelli precedentemente considerati sicuri, verrà avviato l’iter per assicurare una nuova legge in materia di sostanze tossiche dai senatori Frank Lautenberg (D-NJ) e Rep. Bobby Rush (D-IL).

La relazione è disponibile presso il sito MIND DISRUPTED.ORG, mentre qui in Italia brancoliamo perennemente nel buio a causa del totale insabbiamento del mercurio e del suo sporco business nell’ambito vaccinale.

Annunci

News in Pictures

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: