Terapia chelante # 2

Premesso e ripetuto che tutto ciò che pubblico relativamente alla “mia esperienza personale con mio figlio” non è da intendere come “terapia miracolistica” nè tantomeno consigliata verso terze persone e che la mia scelta è ponderata, attuata sotto controllo medico, preceduta da approfondita valutazione dei meccanismi fisio-patogenetici di mio figlio (che possono differire da caso a caso e da individuo a individuo) oggi è stata effettuata la seconda seduta di terapia chelante.

A distanza di un mese dalla prima seduta avvenuta il 10 aprile u.s., posso tranquillamente affermare di aver sottaciuto tale pratica a tutti gli operatori impegnati nel processo assistenziale e mi sono dedicato a leggere, di volta in volta, le “consegne del Piano Educativo Individuale” che ogni operatore scrive sul “diario di bordo di mio figlio” (simile al diario medico, o al diario infermieristico che si compila quotidianamente per assicurare la continuità assistenziale ad un soggetto).

Sostanzialmente sono emerse considerazioni omogenee: “il bambino si presenta migliorato per quanto riguarda l’attenzione, la partecipazione, la collaborazione, la condivisione e la risposta alle attività proposte a scuola, psicomotricità, logopedia e laboratori sensoriali“.

Inoltre, nella giornata odierna sono stati eseguiti prelievi ematici per la valutazione della mineralizzazione eritrocitaria mentre la raccolta urine delle 6 ore per valutazione della risposta fisiologica ad attività chelante è stata rimandata per la perdita del campione nei pantaloni del piccoletto (un piccolo innocuo incidentino di percorso). Fra un paio di settimane avremo il relativo referto.

Nel frattempo, mi godo i costanti progressi del mio piccoletto!

News in Pictures

  • trump-kennedy
  • sierogruppi-men-mondo
  • policlinico-gemelli
  • crack sanità
  • ilva
  • vaccinarsi-in-gravidanza
  • vaccinarsi-in-gravidanza
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: