Autismo e Esami di Laboratorio – Il cerchio è completo!

Finalmente posso dire di aver chiuso il cerchio delle mie ricerche biologiche, con la coscienza di genitore che sa di aver fatto il massimo per il proprio figlio… con la consapevolezza che inizierà a breve una nuova strada per rendere giustizia al danno, con l’intento di rendere meno disagevole la vita di un essere umano che è stato rovinato dalle mani di una scienza marcia.

Esistono recenti studi scientifici che hanno permesso di dimostrare come l’equilibrio tra le sottopopolazioni linfocitarie (in particolare Th1 e Th2), la quantità di antiossidanti sistemici (in particolare il glutatione ridotto e ossidato) e la funzionalità dei mitocondri sono fattori strettamente legati tra loro.

Con la sentenza n. 258 del 20-23 giugno 1994 la Corte Costituzionale ci ricorda che è “necessario porre in essere una complessa e articolata normativa di carattere tecnico che individui esami chimico-clinici idonei a prevedere e prevenire possibili complicanze da vaccinazione“.

Solo l’Istituto Superiore di Sanità con la sua nota del 7 aprile 1998, ai quali si sono aggiunti i Decreti del Ministero della Salute del 17 aprile 1999 e del 18 giugno 2002, e il solito CDC nel 2002, non ritengono necessari a livello routinario nè la visita medica nè accertamenti invasivi pre/post vaccinali.

In realtà, è ovviamente estremamente utile, se vogliamo preservarci dai danni esigere di giocare tutte le carte oggi a disposizione per conoscere lo stato immunitario del bambino che potrebbe essere sottoposto a vaccinazione.

L’obbiettivo di questi test, che si esplicano attraverso semplici esami del sangue, è quello di chiarire:

  1. se un bambino può essere sottoposto a vaccinazione senza pericolo o comunque con un rischio contenuto (esami pre vaccinali);
  2. se un bambino è stato danneggiato o meno da un vaccino (esami pre e post vaccinali);
  3. se un bambino necessita di una terapia di supporto per alleviare il danno da vaccino.

Per tutti i genitori che vorranno cimentarsi nelle indagini, ecco l’elenco che potete dibattere e richiedere al vostro pediatra:

TIPIZZAZIONE HLA di classe I e classe II – E’ oggi molto documentato in letteratura il capitolo relativo alla correlazione fra le molecole HLA di classe II e le patologie post-vaccinali autoimmunitarie. Infatti, sono state individuate molte molecole correlate a patologie autoimmunitarie altamente invalidanti che, con meccanismi ormai definiti, potrebbero essere attivate in seguito ad uno stimolo diretto sul DNA. Pur non essenso riconosicuto come test di screening, per i motivi legislativi sopra descritti, è comunque riconosciuto come test di supporto dignostico anche per la celiachia.

TIPIZZAZIONE LINFOCITARIA – E’ un altro esame molto importante che comprende la conta leucocitaria con dosaggio delle sottopopolazioni linfocitarie.

Infatti è noto scientificamente che tra linfociti Th1 e linfociti Th2 ci deve essere un adeguato rapporto, perchè, se dall’esame ematico emerge uno sbilanciamento di questo rapporto:

  • a favore dei Th1, è possibile dedurre che uno squilibrio immunitario importante causato dai vaccini multipli potrebbe causare future patologie autoimmunitarie;
  • a favore dei Th2, è possibile dedurre che uno squilibrio immunitario importante causato dai vaccini somministrati troppo precocemente, potrebbe causare future patologie allergiche oltre a un calo dei granulociti neutrofili e un aumento dei granulociti eosinofili;

Pertanto, per poter formulare una prognosi futura è molto utile dosare il rapporto Th1/Th2 e anche le citochine plasmatiche prodotte da questi linfociti: interleuchina 2 (recettore), interleuchina 4, interleuchina 5, interleuchina 6, interleuchina 10, TNF alfa, TNF beta, INF (interferone) gamma.

DOSAGGIO DELLE IMMUNOGLOBULINE  IgA, IgG, IgM, IgEMi soffermo in particolar modo sull’importanza delle IgE che, come le IgA, si trovano principalemte nelle secrezioni a livello delle mucose, specie respiratorie e gastrointestinali, e svolgono un ruolo nella difesa contro i parassiti. Esse sono poco rappresentate nel sangue ma, come è accaduto ad esempio a mio figlio nei precendenti ricoveri, aumentano in modo vertiginoso nelle patologie allergiche e parassitarie (ecco perchè se associate alla positività di un esame colturale delle feci sono indice di Disbiosi Intestinale).

VALUTAZIONE DELLO STRESS OSSIDATIVO, ovvero di una condizione patologica derivante dal fisiologico equilibrio tra la produzione e l’eliminazione, da parte dei sistemi di difesa antiossidante, di specie chimiche molto reattive chiamate comunemente radicali liberi. Oggi molti studi scientifici contribuiscono allo stress ossidativo lo sviluppo di una vasta gamma di malattie, tra cui il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, le patologie causate dal diabete, l’artrite reumatoide, la SLA e le malattie neurodegenerative in genere (qualcuno conosce l’Autismo?). Ai laboratori Fleming di Brescia viene effettuata la ricerca dell’enzima glutatione-perossidasi, anche tramite il loro pannello Oxytest, mentre tale esame è stato addirittura proibito in alcuni ospedali… come mai?

Ebbene qui nasce il sospetto di malafede: il glutatione, che è il principale composto coinvolto nella difesa cellulare antiossidante, all’interno delle cellule può trovarsi in forma libera oppure legato alle protiene; il glutatione libero è presente principalmente nella sua forma ridotta (GSH), che viene convertito nella forma ossidata (GSSG) durante una condizione di stress ossidativo. Eseguendo il dosaggio plasmatico del rapporto tra glutatione ridotto e glutatione ossidato (GSH/GSSG), se risulta alterato dopo la vaccinazione è sinonimo di certezza di avvenuto danno vaccinale!

I vaccini sono farmaci altamente ossidanti pertanto risulta estremamente utile dosare i TIOLI (cisteina e glutatione)

VALUTAZIONE DEL DANNO DA STRESS OSSIDATIVO tramite il test della 8-idrossi 2 -deossiguanosina (8-oxodG) urinaria che, come ci ricordano i laboratoristi dell’Istituto di Medicina Rigenerativa e Anti-Aging di Treviso, “fornisce informazioni sull’impatto che lo stress ossidativo ha avuto sul DNA“.

RICERCA E DOSAGGIO DEI MINERALI con particolare riguardo a quelli tossici attraverso un mineralogramma da capello (eseguibile anche in Italia a Civitanova Marche in laboratorio riconosciuto anche dal Ministero della Salute, perchè usa parametri italiani [???] e non americani) ed una mineralizzazione eritrocitaria (H. S.Raffele di Milano oppure Laboratori Fleming di Brescia)

DOSAGGIO AMINOACIDI PLASMATICI & URINARI è un dato molto utile per valutare l’attività del metabolismo dell’organismo. Infatti, l’alterazione del contenuto aminoacidico si riflette sempre sull’equilibrio ossidoriduttivo inducendo uno stato sistemico di stress ossidativo.

DOSAGGIO DELLE VITAMINE ANTIOSSIDANTI come le vitamine C, A, E. Queste vitamine rappresentano un sistema antiossidante alternativo o parallelo al sistema che vede impegnato il glutatione.

DOSAGGIO DELL’ISTAMINA importante neurotrasmettitore e neuromodulatore del cervello presente in tutte le cellule nervose e in particolare nelle terminazioni nervose, ma anche nei basofili del sangue e nei mastociti (cellule immunitarie note soprattutto per i loro effetti indesiderati: causano infatti allergie, asma, eczemi, febbre e, in alcuni casi, letali shock anafilattici). L’istamina influenza l’umore, l’appetito, il sonno il pensiero; accelera il metabolismo, aumenta il calore corporeo, è essenziale per la funzionalità del sistema immunitario e, dal punto di vista analitico, l’istamina ematica è un marcatore di metilazione!

DOSAGGIO DEL CRIPTOPIRROLO URINARIO – E’ stato dimostrato che il criptopirrolo, trovato in larga misura in pazienti schizofrenici e meno spesso in persone equilibrate, si lega irreversibilmente alla Vitamina B6 formando un composto che poi si combina con lo Zinco e alla fine tutto viene espulso attraverso le urine causando una carenza di Vitamina B6 e Zinco (sbaglio oppure è ciò che avviene proprio nell’Autismo?). La misurazione del criptopirrolo urinario (pirroluria) può essere utile nella valutazione dei soggetti con “disturbo del sistema nervoso centrale“, ed è stato dimostrato scientificamente che i pazienti che mettono in evidenza una eccessiva concentrazione urinaria di questo composto rispondono positivamente alle dosi di Vitamina B6 e Zinco!

Anticorpi Anti-MBP (Proteina Basica della Mielina) IgM, Anticorpi Anti-NAFP (Proteine dei Neurofilamenti) IgM, Anticorpi Anti Fibrillarina (Fibrillarina Abs) IgM, Anticorpi Anti serotonina: in sostanza i primi sono anticorpi presenti in pazienti con SLA, i secondi sono presenti nella proteina acida fibrillare negli astrociti della GLIA e quindi sono anticorpi contro gli stessi componenti dell’encefalo, i terzi sono anticorpi antinucleo indotti in maniera specifica dal Mercurio!… e gli ultimi sono anticorpi contro la serotonina, ovvero noto neurotrasmettitore sintetizzato dal cervello, denominato anche “ormone del buonumore” perchè principalmente coinvolto nella regolazione dell’umore.

Dosaggio quantitativo dei seguenti anticorpi dei markers vaccinali: Ab anti-Morbillo IgG, Ig M / Ab anti- Parotite IgG, Ig M / Ab anti -Rosolia IgG, IgM / Ab anti-difterite IgG , anti- tetano, IgG / Anticorpi anti-HBs / anticorpi anti-poliomielite.

Esami di laboratorio di base: Gruppo sanguigno, Emocromocitometrico, VES, TAS, Proteina C reattiva, Markers Herpes + Cytomegalovirus, Markers E-Barr + Adenovirus, Markers Rotavirus + Varicella Zooster, Marker epatite A e B, Antigene Helicobacter pylori fecale, Anticorpi Anti Transglutaminasi, Proteine Totali + Elettroforesi, Fibrinogeno, Emoglobina glicosilata, Cortisolo, Colesterolo totale [HDL, LDL, Lp(a)], Trigliceridi, Omocisteina plasmatica, SGOT + SGPT + Gamma-GT, Amilasi + Lipasi + CPK, LDH + Fosfatasi Alcalina, Uricemia, Creatinina, Ammoniemia, Elettroliti, Ferritina + Rame + Zinco, Fosforo, Magnesio, Calcio sierico, Dosaggio Vitamina D (25OH calciferolo), Es. Urine + Urinocultura (per STREPTO / STAFILO / ENTEROBATERI / PSEUDOMONAS / MICETI / CANDIDA), Esame Feci (elminti, giarde, salmonella shighella) e Coprocultura (Candida e Clostridi), Serotonina plasmatica, Dopamina-Epinefrina-Norepinefrina plasmatiche, TSH – FT3 – FT4.

Esami strumentali: in tutta sincerità, una volta scoperta una reazione autoimmune a livello cerebrale, non ho ritenuto necessario esporre mio figlio alla tossicità di anestesie (tranne che per una RMN Encefalo senza mezzo di contrasto) e mezzi di contrasto. Però se tutto ciò fosse ritenuto indispensabile, dal medico e/o struttura ospedaliera, per effettuare ulteriori approfondimenti (per escudere patologie) si può effettuare:

  • RMN Encefalo + SPECT
  • Elettroencefalogramma
  • Ecografia addominale
  • Endoscopia alta e bassa

….ma in questo ultimo caso quanto può consolarci sapere che nostro figlio ha l’intestino devastato?

Nel migliore dei casi (si fa per dire) gli verrà diagnosticata una enterocolite autistica, mentre nel peggiore dei casi (perchè significa che è stato ricoverato in terapia intensiva per una grave reazione avversa causata dal vaccino) gli verrà trovato il virus del morbillo vaccinale (si differisce da quello selvaggio che causa malattia infettiva) che gira incontrastato in attiva replicazione a tal punto che potrebbe essere isolato nel liquor cefalorachidiano tramite puntura lombare.

Questo è stato il lungo percorso di indagine di un semplice genitore che ha voluto dare una spiegazione ai fatti, alle problematiche di suo figlio, e non si è fidato delle tante “balle” che la scienza moderna a volte ci propina esclusivamente per sostenere interessi economici di aziende farmaceutiche quotate in borsa che hanno la mission di creare malattia anzichè preservare la salute!

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli
infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.