I bambini autistici hanno tratti distintivi nelle urine

Quanti sono i genitori che, come me, si sono sentiti dire che l'esame delle urine non è diagnostico nè di supporto per la risoluzione della problematica biologica del proprio figlio?... ma soprattutto è un esame non convenzionale?

Ebbene, stanno iniziando ad uscire le prove scientifiche: meglio tardi che mai!

I bambini autistici hanno delle 'impronte digitali' nelle urine che possono essere usate per la diagnosi precoce. Lo afferma uno studio pubblicato dal Journal of Proteome Research.

Fra i vari sintomi dell’autismo ci sono problemi gastrointestinali, dovuti anche alla differente conformazione della flora batterica dell’intestino.

Proprio i sottoprodotti della digestione da parte dei batteri possono essere usati, secondo lo studio, per sviluppare un test delle urine in grado di diagnosticare l’autismo.

Per dimostrarlo i ricercatori dell’Imperial College di Londra e dell’Universita’ di South Australia hanno analizzato usando la spettroscopia Nmr le urine di tre gruppi di bambini tra i 3 e i 9 anni.

Il primo gruppo era di 39 bimbi a cui era gia’ stato diagnosticato l’autismo, il secondo di 28 fratellini di bambini autistici e il terzo di 34 bambini sani senza precedenti di autismo in famiglia.

Ognuno dei tre gruppi, scrivono i ricercatori nell’articolo, ha dei tratti distinti nelle analisi risultanti, che possono essere utilizzati per la diagnosi.

News in Pictures

  • trump-kennedy
  • sierogruppi-men-mondo
  • policlinico-gemelli
  • crack sanità
  • ilva
  • vaccinarsi-in-gravidanza
  • vaccinarsi-in-gravidanza
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: