Divieto d’infanzia

Il comportamento dei bambini non sempre soddisfa le aspettative della comunità adulta.

Dei disagi infantili si preoccupa sempre meno la pedagogia e sempre più la psichiatria e la genetica.

Le diagnosi di Autismo, Deficit di attenzione e iperattività, Disturbo bipolare pediatrico rappresentano gli esempi più eclatanti.

Le cure chimiche con la somministrazione di sostanze psicoattive come il Ritalin e il Risperdal (sono solo alcuni dei tanti farmaci) interferiscono con la crescita a livello neurologico e le diagnosi considerano il soggetto malato “non idoneo” ad una società sempre più omologata e omologante.

Se si ritiene che l’ambito sociale e relazionale, nel quale un bambino cresce, sia poco importante e si incasella come patologia ogni comportamento che non rispecchia i canoni di presuntuosi obiettivi formativi, la soluzione verrà demandata ad esperti che si avvalgono di cure farmacologiche invasive. Così si distrugge l’infanzia, la fantasia, la libera espressività e su tutto ciò cala il sipario del silenzio.

E’ giunto il momento di alzare il sipario!

Ringrazio pertanto tutti quei colleghi “infermieri” che mi segnalano le verità sommerse, al fine di contribuire a svelare i giochi di esecrabili professionisti che rovinano la vita e il futuro dei nostri figli…. ancorchè aprire gli occhi ad ignari genitori e mantenere fede al NOSTRO GIURAMENTO DI PROMOZIONE DELLA SALUTE.

News in Pictures

  • trump-kennedy
  • sierogruppi-men-mondo
  • policlinico-gemelli
  • crack sanità
  • ilva
  • vaccinarsi-in-gravidanza
  • vaccinarsi-in-gravidanza
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: