Advertisements

Non abbiamo bisogno di ipocrisia

deceduto a 46 giorni di vita per una reazione avversa al vaccino anti-epatite B

In questi giorni in America sono morti (e dispiace molto), ad oggi, 7 bambini per una epidemia di pertosse e pertanto le correnti antivaccinali vengono definite “criminali”, però bisogna essere onesti: quando si tratta di bambini morti oppure resi disabili per tutta la vita post-vaccinazione si tende a chiudere gli occhi perchè la verità si sceglie di non conoscerla quando fa male oppure contrasta con certi dogmi, che nulla hanno in tal senso, a tal punto da spingere genitori onesti ad essere etichettati come complottisti. Questa è pura ipocrisia.

L’informazione deve essere fornita a 360° altrimenti diventa guerra di posizioni e molte persone, tra le quali ci inseriamo anche noi che eravamo convinti assertori della pratica vaccinale, dopo aver conosciuto personalmente i danni nefasti delle vaccinazioni hanno abbandonato l’ottusità della loro posizione.

Basti pensare al paradosso e al fiume di polemiche che, per esempio, proprio all’inizio dell’anno e sempre in America si è scatenato dopo una epidemia di parotite che ha colpito il 77% dei soggetti che erano stati vaccinati, e che è stato oggetto di un reportage della CNN (noto network antivaccinale per qualche burattino che si diverte a sparare sentenze demenziali, contro genitori e associazioni che non si vendono, sul suo sito pur di fare il leccapiedi di un certo Professore che tutti noi conosciamo molto bene per essere la rovina nel campo dell’autismo qui in Italia).

Basti pensare a qualche piccolo caso di genitori complottisti (loro malgrado):

Il burattino si domanda “i morti cosa possono essere in confronto al piacere di ostacolare gli interessi di Big Pharma?”…. Alzi la mano chi prova piacere?

  • proviamo a chiederlo a tutti coloro che hanno provato piacere nel vedere morire il proprio figlio dopo una vaccinazione,
  • proviamo a chiederlo a tutti coloro che provano piacere nel vedere soffrire quotidianamente il prorpio figlio nella sua disabilità causata da una vaccinazione,
  • proviamo a chiedere a tutti loro se provano piacere a ostacolare Big Pharma oppure provano un immenso dolore che nessuno mai allevierà?
  • proviamo a chiedere a tutti loro se provano piacere a ostacolare Big Pharma oppure provano un immenso dolore a vivere nell’indifferenza generale della collettività?
  • proviamo a chiedere a tutti loro se provano piacere a ostacolare Big Pharma oppure provano un immenso dolore ad essere derisi e ricattati dalle Associazioni che dovrebbero tutelarli?
  • proviamo a chiedere a tutti loro se provano piacere a ostacolare Big Pharma oppure provano un immenso dolore a leggere gli insulti di altri genitori che vivono il loro stesso problema ma hanno venduto la propria coscienza?

 

Riproduzione riservata ©

Advertisements

News in Pictures

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: