Il mercurio è scientificamente sano per i nostri bambini

Lo studio più atteso che era in corso d’opera da quasi un decennio per quanto riguarda la correlazione tra thimerosal e l’autismo è stato pubblicato lo scorso 13 settembre 2010 su Pediatrics.

Lo studio campione che ha valutato in oltre mille bambini (precisamente 256 affetti da autismo e 752 sani) la relazione tra l’esposizione ai vaccini – e in particolare al thimerosal contenuto in alcuni di essi – e il rischio appunto di essere colpiti dall’autismo afferma che non esiste correlazione.

Lo studio è stato finanziato dal Center for Disease Control (CDC) e condotto da più parti con un interesse univoco alla tutela nell’uso dei vaccini.

Allo studio hanno partecipato:

  • i ricercatori del CDC responsabili nella ricerca sui vaccini e nella loro promozione;
  • Abt Associates, un’organizzazione di ricerca a contratto la cui maggior parte di clienti sono produttori di vaccini;
  • la sezione National Immunization Program del CDC, ovvero i promotori del programma di immunizzazione globale (vaccinazioni di massa);
  • America’s Health Insurance Plans (AHIP) il gruppo commerciale per il settore assicurativo sanitario;
  • tre HMO (health maintenance organization ) che ricevono ingenti finanziamenti dai produttori di vaccini per condurre la ricerca sui vaccini e rilasciare la relativa licenza.

La pianificazione di questo studio è iniziata nel 2001. Nel corso dello studio, condotto per un periodo di nove anni, il grande pannello di consulenti che fornivano input agli investigatori è stato ridotto a un piccolo sottoinsieme entro la fine dello studio medesimo. Il grande pannello iniziale raccomandato per la verifica del disegno di studio in ultima analisi, nonchè il personale impiegato, era quindi insufficiente a rispondere alla domanda della correlazione tra l’esposizione al thimerosal e i tassi di autismo. Il CDC e AHIP hanno respinto la collaborazione di consulenti esterni.

La constatazione curiosa riportata dallo studio è che “una maggiore esposizione al mercurio da thimerosal nei vaccini è protettiva (???) contro i danni sullo sviluppo neurologico e di fatto diminuisce il rischio di avere una diagnosi di autismo“.

Tradotto in parole povere: il mercurio è scientificamente sano per i nostri bambini… perchè lo abbiamo eliminato dai termometri?… anzichè un bel panino col miele, iniziamo a preparare panini al mercurio con l’avvallo “scientifico” della CDC e di Pediatrics.

Come mi pregiai scrivere nel 2009 all’ex Ministro della Salute Sen. Maurizio Sacconi (il testo della lettera potete scaricarlo qui) “la CDC è nella poco invidiabile situazione di aiutare a sviluppare i vaccini, contribuire al loro sviluppo, pagare per la somministrazione ed essere responsabile per la loro sicurezza, è come mettere una volpe a guardia di un pollaio”.

Se vogliamo utilizzare uno dei tanti commenti al lavoro di Pediatrics “If there was a study exonerating cigarettes leading to lung cancer funded by the Phillip Morris company would you take it on face value?” ovvero “se c’era uno studio a discapito delle sigarette come generatori del cancro al polmone finanziato dalla società Phillip Morris, quale era il valore nominale dello studio?“… la risposta è fin troppo scontata!

La constatazione della CDC va contro ogni folle logica a promozione della salute e un crescente corpo di lavoro, formatosi in ogni lato del pianeta terra, che ha condotto studi in modelli animali per verificare l’esposizione al thimerosal: questo lavoro fornisce la prova schiacciante del pregiudizio e come lo sviluppo neurologico nei bambini esposti al thimerosal risulti clinicamente rilevante.

La prima risposta immediata, in merito allo studio di Pediatrics, porta la firma di un’organizzazione scientifica no-profit statunitense: SafeMinds. SafeMinds ha pubblicato una dettagliata analisi contraria allo studio di Pediatrics, pubblicherà ulteriori risposte nel prossimo futuro, e credo non sarà la sola.

Nessun medico accerterà mai la verità se è pagato direttamente dall’azienda che ha interessi ad occultarla e questo lo conferma indirettamente la Presidenza del Consiglio dei Ministri COMITATO NAZIONALE PER LA BIOETICA.

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli
infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.