Advertisements

I nodi vengono sempre al pettine

Partiamo dalla notizia di ieri che, pur essendo nella stragrande maggioranza dei casi la normalità, sembra quasi una rarità leggerla direttamente da un quotidiano e apprenderla poi da fonti televisive: "Medici corrotti dalle case farmaceutiche, medicinali prescritti e somministrati arbitrariamente a centinaia di pazienti cronici. Non certo per il loro bene, quanto per quello dell'organizzazione capeggiata da un noto professore universitario fiorentino, che riveste varie cariche in ambito ospedaliero, accademico, scientifico ed associativo di categoria, l'ordinario di dermatologia Torello Lotti finita nel mirino dei Nas nell'inchiesta della procura di Firenze".

Non oso immaginare se questa situazione avesse coinvolto qualche medico impegnato nella formulazione di protocolli terapeutici relativi all'autismo!... Ve lo immaginate quanti insulti e quale gogna mediatica?...per non parlare dei risvolti professionali e giudiziari.

E invece oggi sono qui a dire che si è scoperta l’acqua calda!… E’ lo stesso professore che, nell’intervista rilasciata a SkyTG24, afferma e quindi conferma di un “sistema largamente accettato che ha una sua logica e razionalità”.

Infatti questo episodio è la punta di un enorme iceberg (possibile che nessuno sappia o voglia indagare sul fatto che le case farmaceutiche corrompono interi ordini professionali?), è il becco di un corvo che dice al merlo quanto è nero, che dovrebbe far riflettere tutti coloro che, anzichè sciacquarsi la bocca con la trementina, si permettono di appellare col temine dispregiativo “talebani”, o peggio “complottisti”, i genitori e altrettanti professionisti sanitari (se non lo avete ancora compreso a volte le due figure sono concomitanti) che sono impegnati nella denuncia della correlazione dell’autismo con i danni da vaccino, anche quando è palesemente certificato come nel mio caso personale senza che io abbia mai corrotto, comprato o venduto alcun essere umano.

Utilizzo il concetto di Herbert Lay (medico e ex commissario della FDA): “quello che mi dà fastidio è che la gente pensi che la FDA la stia proteggendo. Non è così. Quello che la FDA fa e quello che la gente pensa che faccia sono cose diverse come il giorno e la notte”… chissà cosa si nasconde qui in Italia?

Ebbene, il nostro è un paese dove i farmaci e la chirurgia vengono ormai presentati come l’unica risposta alla necessità di prevenzione e terapia fin da quando siamo avvolti nel pannolino. Le cure naturali, perfino i famosi rimedi della nonna, sono osteggiate e nascoste al pubblico benchè la mia generazione è cresciuta sana, forte, e decisamente meno afflitta dalla valanga di disturbi (diabete, leucemie, variegate malattie autoimmuni) che colpiscono sempre più i nostri bambini in tenera età.

Chi è coinvolto in questa grande menzogna? Ecco un breve un riassunto dei colpevoli.

Società farmaceutiche – Praticamente tutte le principali case farmaceutiche sono società quotate in borsa, e questo significa che i loro amministratori e dirigenti hanno responsabilità legale di incrementare il valore: vale a dire che ognuno di loro ha il dovere di aumentare i profitti. L’unico modo per raggiungere lo scopo è vendere di più e abbassare i costi di produzione. Le società farmaceutiche, di conseguenza, hanno come obiettivo di vendere più farmaci producendoli al minor costo. Il loro scopo non è guarire, è vendere!… e quanti più malati ci sono, tanti più saranno i loro clienti… ed è la sostanza dell’inchiesta di Firenze dove le persone malate sono state “vendute” in nome del profitto.

Non esistono però solo le società che producono e vendono farmaci, ma anche quelle che si occupano di ricerca e sviluppo (guarda caso sono cambiate le regole europee relative alla vivisezione); quelle che riforniscono l’industria della salute di materiali medicali come siringhe, garze, cerotti, contenitori plastici e ogni altra attrezzatura. Più di diecimila articoli rientrano nella categoria dei presidi medico-chirurgici. I profitti sono astronomici e le imprese del settore riescono a guadagnare una stupefacente quantità di denaro.

Industria alimentare – Vi chiederete cosa c’entra l’industria alimentare con la sanità. In realtà esiste una correlazione profonda tra il cibo e la salute (guarda caso con la revisione della Bibbia Psichiatrica anche il mangiar sano è malattia). Basta ricordare che l’industria alimentare è direttamente o indirettamente coinvolta nel settore farmaceutico grazie a compartecipazioni di vario genere o interessenze da parte di singoli amministratori e dirigenti. L’industria alimentare comprende sia le società che si occupano di fornire un servizio al consumatore, come le catene di fast food, sia i fornitori di materie prime, ovvero coloro che effettivamente producono quello che mangiamo…vedi Codex Alimentarius.

Associazioni di settore – Il numero di associazioni coinvolte nell’industria della salute è enorme. Sappiate che non hanno lo scopo di curarvi e di mantenervi sani. Basta leggere i loro statuti, indagare sull’attività dei componenti dei loro comitati scientifici, e ci si rende conto che mirano a promuovere la malattia, per ottenere più fondi e proteggere i propri iscritti, che sono i medici e le società farmaceutiche. Per coprire questo imbroglio reclutano inconsapevoli genitori che, nel momento del bisogno, nel migliore dei casi sono letteralmente abbandonati al loro destino mentre nel peggiore dei casi sono sottoposti a ricatti di vario genere pur nella legittima richiesta di vedere assicurati i propri diritti.

Le associazioni più potenti nel campo dell’autismo qui in Italia non hanno alcun interesse per ciò che giova ai soggetti autistici e alle loro famiglie, ma solo per ciò che reca vantaggio a loro e, naturalmente, alle persone che le gestiscono.

Enti caritativi e fondazioni – Sembrerebbero organizzazioni lodevoli, ma vi è mai capitato di conoscere chi vi lavora? Amministratori e dirigenti hanno stipendi d’oro e giganteschi rimborsi spese. Volano in prima classe, se non su aerei privati, soggiornano negli hotel più lussuosi e pranzano nei ristoranti più eleganti, grazie alle vostre donazioni. Infatti si è scoperto che certi Istituti e Enti di beneficenza spendono più del 40% degli introiti per coprire i “costi amministrativi”.

Se una fondazione usasse il denare che riceve per curare una malattia, non ci sarebbe più bisogno né della fondazione né dei suoi dipendenti, che perderebbero i loro prestigiosi incarichi e tutti i privilegi connessi. Purtroppo è sempre una maledetta questione di soldi. Ma prendiamo in considerazione, in senso metaforico, anche la seconda grande motivazione solidaristica dell’agire umano: la sete di potere e il prestigio sociale. Jerry Lewis TELETHON ha raccolto più di un miliardo di dollari per la distrofia muscolare eppure adesso i malati di distrofia muscolare sono più numerosi di prima… mi sembra che qualcosa non quadra?

Lobbisti – Questo è un gruppo difficile da decifrare, di cui la maggior parte della gente comune non sospetta nemmeno l’esistenza. Il loro lavoro è molto semplice: devono solo avvicinare personaggi politici per convincerli a tenere una certa linea, ad approvare un certo articolo di legge, a votare in un certo modo.

E sapete come fanno? Certamente non possono rivolgersi direttamente a un politico, altrimenti sarebbe corruzione. Coinvolgono i membri della famiglia del politico, favorendo per esempio un incarico, per il quale magari non deve nemmeno presentarsi in ufficio. Il mondo è pieno di questi esempi “etici”. I lobbisti di fatto corrompono ma allo stesso tempo mettono al riparo corruttori e corrotti da ogni possibile accusa. Per esempio, i lobbisti possono fare enormi donazioni all’ente benefico o alla scuola preferita da un politico, oppure avvalersi dei servizi di una società in cui qualche modo il politico ha degli interessi.

Secondo la legge queste prassi non sono definibili come atti di corruzione: sono operazioni tecnicamente legali. Ma chi ha fatto la legge?… I politici interessati che, così facendo, si garantiscono la legalità di queste azioni.

Agenzie governative – Porto l’esempio della più importante a livello mondiale, ovvero la Food and Drug Administration e la Federal Trade Commission.

E’ molto strana l’accoppiata “Food and Drug”, ovvero una sola agenzia per i settori alimentari e farmaceutico: perchè non due organismi separati?… Questa organizzazione è tra le più potenti al mondo e le sue tattiche per estromettere dal mercato le cure naturali sono degne della Gestapo. Al tempo stesso è giudice, giuria ed esecutore materiale. Dispone perquisizioni nelle aziende, senza preavviso, per sequestrare prodotti come pane, rimedi di erbe, vitamine e minerali, computer, dati e attrezzature. In America i suoi funzionari conducono questi raid accompagnati da agenti armati, allo scopo di sequestrare materiali innocui, proprio come faceva la Gestapo nazista, in totale assenza di provocazioni, reclami da parte dei clienti o pericoli per il pubblico.

Sono stati scritti libri e articoli giornalistici sulle procedure adottate dalla FDA, non lo scopro certo io. Per questo le case farmaceutiche sono disposte a tutto pur di ottenere il benestare della FDA. E’ interessante notare che degli ultimi venti commissari della FDA, ben dodici hanno trovato, alla scadenza del loro mandato, una collocazione professionale nell’industria farmaceutica con stipendi milionari… un pò come i funzionari OMS coinvolti nello scandalo della suina. Se questa non è corruzione come vogliamo chiamarla?… Beneficenza oppure conflitto di interesse?

Datemi pure del “complottista e del talebano” perchè francamente me ne infischio, anzi:

• potrò sempre camminare a testa alta di fronte ad ogni paziente che ho sempre assistito con dedizione e spirito di sacrificio;
• potrò sempre avvalermi della collaborazione e della stima di colleghi che condividono le mie stesse idee (non pensiate che siamo una esigua minoranza);
• potrò sempre avvalermi della stima di molti genitori, dei ceti più disparati;
• potrò sempre essere fiero di ciò che la mia famiglia pensa della mia coscienza;
• soprattuto potrò sempre essere fiero di ciò che mio figlio penserà una volta che sarà diventato adulto.

Advertisements

News in Pictures

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: