La censura colpisce ancora

Secondo Voltaire l’arte del medico consisterebbe nel divertire il paziente fino al momento in cui la natura lo guarisce. Oggi l’opinione del filosofo francese è stata capovolta dai poteri di una rinnovata mafia bianca che ha posto radici nell’autismo: la medicina moderna fa credere all’uomo che la natura lo affligge con malattie sempre nuove, che possono essere guarite solo dai medici. Poichè ogni cultura e ogni popolo genera i propri mali, fino a poco tempo fa la malattia era ancora considerata un fenomeno sociale. Oggi le case farmaceutiche e i gruppi d’interesse che operano in campo sanitario inventano e progettano malattie, e la malattia diventa un prodotto industriale.

Ecco quindi che la storia del piccolo Karim di 6 anni reso autistico dalle vaccinazioni diventa subito oggetto di critiche dal mondo scientifico, oltretutto perchè pubblicata sul quotidiano La Sicilia che è un organo di stampa che informa la regione dove dal 8 al 10 ottobre si svolgerà a Catania un Congresso Internazionale sull’Autismo.

Proprio per difendere il prodotto “congresso” la redazione de La Sicilia ha subìto pressioni da parte di Vincenzo Papa (organizzatore del congresso che si terrà a Catania la settimana prossima), da parte di Renato Scifo (che, dalle testimonianze di molti genitori che mi sono giunte, sembra divertirsi a prescrivere psicofarmaci per limitare l’iperattività dei bambini autistici) e da parte dei Dirigenti dell’Associazione “Un futuro per l’autismo“.

Potete leggere qui l’articolo della stessa giornalista che pubblicò la storia di Karim; si comprende immediatamente lo sconcerto e l’imbarazzo per una reazione così veemente e oserei dire inusuale, dove vengono dichiarate le solite storie trite e ritrite relative all’ex Dott. Wakefield e tanti bla bla bla che nulla hanno a che vedere con il caso personale del piccolo Karim che, come puntualizza la stessa giornalista, è una verità incontestabile che si aggiunge a tanti altri casi dichiarati.

Ho già espresso in più di un’occasione come i nodi vengono sempre al pettine nella collusione tra alcuni medici e case farmaceutiche e come viene articolata la censura in merito alla correlazione tra autismo e vaccinazioni: questo è uno dei tanti esempi.

Ringrazio il Presidente dell’Associazione A.B.A. Ionico Etnea Onlus per la segnalazione.

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli

infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.