I vaccini sono obsoleti e pericolosi

Dopo la nuova revisione scientifica di Helen Ratajckzak, il conseguente inizio di un indagine giornalistica investigativa da parte della CBS, il susseguirsi di prove che svelano la scia fraudoelnta degli studi commissionati dal CDC, l’ammissione di correlazione tra autismo e vaccinazioni da parte del Governo Americano, e la conseguente concordanza da parte di una larga maggioranza del mondo scientifico della necessità di proseguire nelle ricerche riguardanti il legame vaccini-autismo, prosegue l’escalation di polemiche per il sempre più crescente aumento di malattie inspiegabili ed il conseguente tentativo di soffocare gli scienziati che cercano risposte, a dimostrazione di un vuoto culturale sempre più marcato che produce perdita di credibilita nella scienza medica soprattutto in campo pediatrico.

“Si discute l’aumento dell’incidenza dell’autismo corrispondente alla introduzione di DNA umano nei vaccini” a tal punto che i due eventi potrebbero essere collegati.


Quelli che promuovono i vaccini seguono leggi imposte dalle necessità finanziarie perchè hanno una partecipazione importante nelle aziende produttrici, hanno il controllo delle agenzie sanitarie, seguono percorsi di corruzione per supportare le loro necessità in campo scientifico, a tal punto da diventare una ” industria di malattia”, come William F. Engdahl descrive.

I vaccini sono appoggiati da interessi finanziari e di potere politico, ma appena gli effetti collaterali che causano (compresi i prevedibili decessi) aumentano, ecco che la proposta non è più sufficiente per nascondere la realtà medica che i vaccini stanno fallendo. Basta guardare un breve elenco di riferimenti sui vaccini che mostrano come stanno causando malattie, per accorgersi che sono solo una pretesa di prevenzione e stanno generando ulteriori malattie, e quando colpisce il proprio figlio non è più così difficile riconoscere qualcosa di fondamentalmente sbagliato.

A questo punto dovrebbero sorgere interrogativi circa la scienza difettosa, di come si pretende di aggirare la difesa del sistema immunitario dell’organismo per iniettare proteine estranee nelle persone, qualcosa che il corpo deve necessariamente respingere. Il corpo, dopo la vaccinazione, inizierebbe inutilmente ad attaccare se stesso per liberarsi di queste proteine ​​e delle sostanze tossiche iniettate; cosa che non potrebbe mai accadere in altre circostanze se non attraverso l’iniezione di un vaccino. Questo attacco di è la definizione di malattia autoimmune, che ora ha raggiunto i livelli di epidemia nei bambini ed è in crescente aumento.

Shiv Chopra, microbiologo e sviluppatore dei vaccini, ex ufficiale della sicurezza dei vaccini, descrive come con i vaccini è possibile effettivamente violare le leggi della biologia:

  1. tutti i vaccini, per loro natura sono degli antigeni e come ogni antigene, per definizione, deve essere una proteina estranea o una sostanza collegata alla propria o di qualche altra proteina estranea;
  2. nessuna proteina ​​estranea può essere assorbita nel flusso sanguigno a meno che non viene digerita nel canale alimentare nei suoi amminoacidi basici;
  3. è grazie a questi aminoacidi che, dopo aver agevolato l’assorbimento nel flusso sanguigno, la proteina estranea viene ricostituita in propria proteina e sono queste proteine ​​che contraddistinguono in ogni essere l’esistenza in self e non-self;
  4. qualsiasi interferenza o manomissione di tali leggi biologiche può portare a calamità per l’essere umano in cui si verifica, provocando malattie auto-immuni come è lo stesso autismo (reazione autoimmune a livello cerebrale), e tante altre ancora;

Questo è precisamente ciò che può verificarsi a causa di iniezioni di vaccini nelle persone ….

  1. Le proteine ​​estranee nei vaccini provengono non solo da organismi infetti contro il quale si vuole produrre gli anticorpi che combattono le infezioni, ma anche dai mezzi di comunicazione artificiale in cui questi organismi sono cresciuti.  Questi mezzi di comunicazione possono comprendere uno o più dei seguenti materiali: siero bovino, siero di cavallo, uova di pollo, reni di scimmia, cellule di insetto, cellule fetali, cellule umane.
  2. Oltre alle proteine ​​estranee, i vaccini possono contenere anche altre sostanze nocive, tra cui il mercurio, alluminio, formalina, adiuvanti oleosi (squalene), ecc ecc, e il suo numero imprecisato di virus randagi aumentano il potenziale di carico nel causare cancro, HIV, epatite e così via.
  3. Le prove indicano che, fatta eccezione per il vaiolo (scomparsa per le migliorate condizioni igieniche come da ammisione della stessa OMS), nessun’altra malattia infettiva (per esempio: tubercolosi, colera, tifo, antrace, morbillo, parotite, rosolia, DPT, polio, influenza e altri), è stata debellata dalle vaccinazioni e che ciò continui ad essere così, nonostante i decenni di vaccinazioni intercorsi contro ciascuna di queste malattie. Inoltre, durante lo stesso periodo, l’incidenza di molte malattie precedentemente non comuni, come autismo, diabete, allergie e cancro, è andato aumentando in proporzioni pandemiche soprattutto nell’infanzia.

I vaccini sono in fase di studio, attraverso serie domande, che, in realtà, sono inutili. Infatti, la schiacciante evidenza medica mostra che vi è un metodo più efficace e del tutto alternativo, bambini non vaccinati che vivono meglio e più sani rispetto ai loro coetanei vaccinati, e quindi un trattamento di gran lunga superiore per quelle malattie infettive alle quali siamo tutti sopravvissuti non certo per miracolo ma per una minore arroganza di una parte del mondo scientifico impegnato a trovare il perfetto cocktail vaccinale.

“Molte malattie virali infettive sono state curate e possono essere continuate a curare con la buona amministrazione delle vitamine. Sì, le vaccinazioni per queste malattie infettive curabili sono del tutto inutili quando si ha un corretto trattamento con vitamine. E, sì, anche tutti gli effetti collaterali delle vaccinazioni … Così come è del tutto inutile somministrare vaccinazioni a coloro che non sono sottoposti a screening preventivi ” (Dr Thomas Levy MD, JD,” Vitamina C, malattie infettive e tossine)

Con i vaccini che hanno dimostrato di causare danni, morti e maggiori malattie, grazie ad un dichiarato supporto di una parte del mondo scientifico che è entrato in conflitto con i principi fondamentali della biologia, promovuendo vaccinazioni e costringendo intere popolazioni prevalentemente spinto da interessi finanziari e di corruzione politica, che cosa rimane dei vaccini nella cultura medica?

Tenuto conto di tutti gli studi condotti in più di 75 anni,  la logica diventa inevitabile: i vaccini sono medicalmente obsoleti e pericolosi.

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli
infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.