Il tasso del Disturbo dello Spettro Autistico schizza alle stelle

E' stato precedentemente studiato che 1 bambino su 100 negli Stati Uniti ha avuto un disturbo dello spettro autistico (DSA) (Wallis, 2009). Anche se questa era già considerata una "statistica da stordimento", un recente studio condotto da un team congiunto di ricercatori statunitensi e sudcoreani ha rilevato che circa 1 su 38 bambini ha una diagnosi di DSA (Walsh, 2011).

Il dottor Young Shin Kim della Yale School of Medicine, a capo del team dei ricercatori, ha condotto sei anni di studio sui bambini da 7 a 12 anni nel quartiere di Islan Goyang, Corea del Sud (Walsh, 2011).  Dei circa 55.266 bambini sottoposti a screening per caratteristiche comuni a DSA, gli scienziati hanno trovato il tasso di incidenza di DSA a 2,64% (circa 1460 soggetti).  Questa cifra è all'incirca l'equivalente di quello di cui sopra in 38 quote di DSA.

I ricercatori hanno inviato un questionario di 27 articoli ai genitori degli studenti delle elementari e ai relativi insegnanti.

Il deficit sociale che si trova comunemente negli individui con DSA sono particolarmente significativi dell’esistenza o meno di uno studente che potrebbe avere DSA.

Se dal questionario è emerso che uno studente può avere avuto DSA, il bambino è stato poi valutato per determinare se lui o lei avevano ricevuto anche una diagnosi.

Gli studenti identificati come aventi una diagnosi di DSA sono stati soprattutto gli studenti ad alto funzionamento che non hanno avuto tutti i problemi di salute mentale segnalati prima della diagnosi.

Se questo studio dovesse confermarsi in vasta scala comporterebbe un aumento a razzo del tasso di autismo mondiale e, considerato le notizie che si sono susseguite in tutti questi mesi in merito a questo dato statistico è da credere che verosimilmente le previsioni sono drammaticamente giuste.

La Corea del Sud è stata scelta non solo perchè la prevalenza di autismo non era stata mai misurata in quella nazione, ma anche perchè il suo Sistema Sanitario Nazionale, l’istruzione universale e la popolazione omogenea la rendono una regione promettente per una serie pianificata di studi che esaminerà non solo i soliti fattori genetici ma anche quelli ambientali implicati nell’epidemia autistica.

La stessa Agenzia Giornalistica Italia, nelle news del 6 aprile scorso, riportava il tasso dell’autismo in Europa a 1 bambino ogni 50 segnalando che nella sola Albania questo tasso raddoppiava drammaticamente.

La recente approvazione della Mozione per l’Autismo al Senato della Repubblica dovrebbe garantire finalmente la redazione di una statistica aggiornata… sempre che poi il Ministero della Salute si degni di renderla nota al pubblico anzichè censurarla per il timore che i genitori disertino i cicli vaccinali.

Infatti, ad oggi, per il nostro Ministero della Salute e per una buona parte di politici collusi alle case farmaceutiche si è rivelato molto più importante garantire introiti alla Novartis e alla Glaxo Smith Kline anzichè tutelare la salute di tutti quei bambini che hanno pagato con la loro “vita rovinata” il prezzo di scriteriate campagne vaccinali.

RiferimentiThe New York Times, The American Journal Of Psychiatry, Yale Child Study Center, The George Washington University, Agenzia Giornalistica Italia.

News in Pictures

  • dottor montanari
  • trump-kennedy
  • sierogruppi-men-mondo
  • policlinico-gemelli
  • crack sanità
  • ilva
  • vaccinarsi-in-gravidanza
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: