Autismo: ulteriori conferme di anomalie immunitarie

I bambini con disturbi dello spettro autistico (ASD), che mostrano sintomi di malattia cronica gastrointestinale (GI) e marcata fluttuazione dei sintomi comportamentali, mostrano innate distinte anomalie immunitarie e profili trascrizionali dei monociti presenti nel sangue periferico (PB).

Questo nuovo studio pubblicato il 30 luglio 2011 su Journal of Neuroimmunology sostiene nella sua sostanza la ricerca scientifica sempre più crescente  che punta a considerare l'autismo come una patologia causata da un disordine medico - piuttosto che psicologico o psichiatrico -  e sottolinea l'importanza di ulteriori indagini e di un dibattito aperto circa le possibili cause e trattamenti.

L'immunità innata, insieme con l'immunità adattativa, rappresenta una delle due modalità di difesa immunitaria nell'uomo. Si tratta di un insieme di meccanismi biochimici di difesa cellulare volti a prevenire, a combattere e a distruggere gli agenti infettivi che penetrano a livello tissutale. È presente in tutti gli organismi pluricellulari, per cui è la più antica ed è la prima ad intervenire in caso di infezione da parte di agenti patogeni, mentre ignora altre tipologie di antigeni dal momento che possiede una specificità relativamente bassa.

Le risposte immunitarie innata/adattiva e profili di trascrizione dei monociti del sangue periferico sono state studiate nei bambini con ASD (ASD Inf) che presentano fluttuazioni nei sintomi comportamentali dopo infezione e altri insulti immunitari (vaccinazioni comprese).

I bambini con ASD con persistenti sintomi gastrointestinali, hanno rivelato una minore produzione di citochine proinfiammatorie e contro-regolamentazione con stimoli di immunità innata e notevoli cambiamenti nei profili di trascrizione dei monociti rispetto a bambini normali e ASD/no-Inf.

Ciò ha incluso una alterazione del regolamento di 4-5 chemochine (CCL2 e CCl7) coerente con la produzione di più CCL2 da parte di bambini con ASD/Inf + cellule GI.

Questi risultati indicano una disregolazione della difesa immunitaria innata nei bambini ASD/Inf + GI, rendendoli più vulnerabili alle infezioni microbiche comuni, disbiosi ed eventuali cambiamenti comportamentali successivi.

L’immunità innata è la prima risposta immunitaria che il corpo umano attua in caso di infezione da parte di microbi ed è più rapida dell’immunità adattativa, dal momento che si scatena nel giro di poche ore dall’infezione a differenza dei giorni della seconda.

L’ immunità innata possiede una specificità limitata alla possibilità di riconoscere molecole o parti di molecole espresse da una classe di agenti infettivi, e spesso non riesce a discriminare un singolo agente patogeno a differenza della grande specificità dell’immunità adattativa.

L’ immunità innata non riconosce esclusivamente agenti infettivi, ma agisce anche sulle cellule self che, a causa di un’infezione o per stress (anche vaccinale) esprimono molecole che normalmente non sono espresse dalle cellule sane (come proteine della famiglia Hsp, heat shock proteins) e che per questo vengono riconosciute come non self, dando origine al concetto di malattia autoimmunitaria che, quando colpisce l’encefalo, per certi criminali travestiti da neuropsichiatri, debunker e faccendieri politici del farmaco è molto più semplice chiamarlo autismo anzichè col suo vero nome encefalopatia.

Strutturalmente l’immunità innata è costituita da diversi componenti in cui non figurano esclusivamente cellule, ma interi tessuti che fungono da barriera alla penetrazione di microbi sia per la loro conformazione che per alcune sostanze battericide che secernono. Oltre alle barriere anatomiche dell’organismo, all’immunità innata partecipano anche le proteine del sistema del complemento e della flogosi, il sistema delle cellule fagocitiche e le cellule NK (natural killer) e le citochine.

Ecco perchè i vaccini sono colpevoli assoluti nel causare interferenze al sistema immunitario e scatenano autismo.

News in Pictures

  • trump-kennedy
  • sierogruppi-men-mondo
  • policlinico-gemelli
  • crack sanità
  • ilva
  • vaccinarsi-in-gravidanza
  • vaccinarsi-in-gravidanza
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: