Funzione intestinale e disturbi neuropsichiatrici dell’infanzia

Dopo le ulteriori e recenti conferme riguardanti il ruolo del sistema immunitario nella sindrome autistica, sono sempre più i ricercatori nel mondo che collegano la funzione intestinale ad una varietà di disturbi neuropsichiatrici dell’infanzia.

Un nuovo studio suggerisce che un complesso meccanismo biochimico, associato a diarrea, può fornire un nuovo bersaglio terapeutico per il trattamento della Sindrome da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD).

I ricercatori, provenienti dalla Cina e dagli Stati Uniti, hanno pubblicato le loro relazioni ed i loro risultati sulla rivista Science.

Ruolo del recettore di membrana Guanylyl-ciclasi C nel Deficit di Attenzione e nel Comportamento Iperattivo è il titolo dello studio giunto ad aprile all’esame della Commissione Scientifica della rivista Science, e validato alla pubblicazione nel mese di luglio.

La proteina recettore della membrana intestinale Guanylyl-ciclasi C (GC-C) è stata studiata in passato per il suo ruolo nelle malattie diarroiche, e di altre funzioni intestinali, finanche al ruolo di soppressore della genesi tumorale intestinale limitando la proliferazione e mantenendo l’integrità genomica.

In questo studio, i ricercatori hanno scoperto che il recettore si esprime anche in aree critiche del cervello!.. e se associamo il concetto [scientificamente provato] che l’80% del sistema immunitario del nostro organismo risiede nell’intestino tenue e nell’intestino crasso, ecco che due pesanti prove [se ancora ce ne fosse bisogno] incastrano le vaccinazioni alle loro responsabilità.

Utilizzando un modello murino [proprio come nella produzione dei vaccini] in cui viene abbattuto il recettore GC-C, i ricercatori hanno evidenziato che i topi mostravano iperattività e deficit di attenzione. E’ la prima volta in assoluto che il recettore GC-C è collegato ad un disturbo neuropsichiatrico dell’infanzia.

Abbiamo dimostrato come i neuroni esprimono selettivamente il recettore GC-C e che la sua attivazione amplifica le risposte eccitatorio mediate da altri recettori sui neuroni dopaminergici del mesencefalo” – ha detto l’autore senior Dr. Minmin Luo, presso la Tsinghua University di Pechino – “Grazie alla collaborazione di una proteina chinasi denominata PKG [cGMP-proteina chinasi dipendente] l’attività del recettore GC-C aumenta i livelli di dopamina cerebrale, e quindi è in grado di regolare l’attenzione del topo e il livello di attività“.

Quando i ricercatori hanno trattato il recettore GC-C nei topi, abbattendolo con le anfetamine che sono prescritte abitualmente nella terapia farmacologica per la ADHD e che sono attivatori della chinasi PKG, si è verificata iperattività e deficit di attenzione. Questa dato farebbe presupporre anche l’inutilità e la pericolosità del trattamento farmacologico!

Pertanto, come affermano gli autori, “i risultati indicano importanti funzioni comportamentali e fisiologiche per la via di segnalazione GC-C/PKG nel cervello,  e tale via può portare a nuovi trattamenti anche per altre patologie, quali la schizofrenia, il morbo di Parkinson e la dipendenza“.

Ringrazio pubblicamente “Dusty & gli amici” de Il Portico Dipinto per la tempestiva segnalazione.

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli
infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.