Advertisements

Funzione intestinale e disturbi neuropsichiatrici dell’infanzia

Dopo le ulteriori e recenti conferme riguardanti il ruolo del sistema immunitario nella sindrome autistica, sono sempre più i ricercatori nel mondo che collegano la funzione intestinale ad una varietà di disturbi neuropsichiatrici dell'infanzia.

Un nuovo studio suggerisce che un complesso meccanismo biochimico, associato a diarrea, può fornire un nuovo bersaglio terapeutico per il trattamento della Sindrome da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD).

I ricercatori, provenienti dalla Cina e dagli Stati Uniti, hanno pubblicato le loro relazioni ed i loro risultati sulla rivista Science.

Ruolo del recettore di membrana Guanylyl-ciclasi C nel Deficit di Attenzione e nel Comportamento Iperattivo è il titolo dello studio giunto ad aprile all'esame della Commissione Scientifica della rivista Science, e validato alla pubblicazione nel mese di luglio.

La proteina recettore della membrana intestinale Guanylyl-ciclasi C (GC-C) è stata studiata in passato per il suo ruolo nelle malattie diarroiche, e di altre funzioni intestinali, finanche al ruolo di soppressore della genesi tumorale intestinale limitando la proliferazione e mantenendo l'integrità genomica.

In questo studio, i ricercatori hanno scoperto che il recettore si esprime anche in aree critiche del cervello!.. e se associamo il concetto [scientificamente provato] che l'80% del sistema immunitario del nostro organismo risiede nell'intestino tenue e nell'intestino crasso, ecco che due pesanti prove [se ancora ce ne fosse bisogno] incastrano le vaccinazioni alle loro responsabilità.

Utilizzando un modello murino [proprio come nella produzione dei vaccini] in cui viene abbattuto il recettore GC-C, i ricercatori hanno evidenziato che i topi mostravano iperattività e deficit di attenzione. E’ la prima volta in assoluto che il recettore GC-C è collegato ad un disturbo neuropsichiatrico dell’infanzia.

Abbiamo dimostrato come i neuroni esprimono selettivamente il recettore GC-C e che la sua attivazione amplifica le risposte eccitatorio mediate da altri recettori sui neuroni dopaminergici del mesencefalo” – ha detto l’autore senior Dr. Minmin Luo, presso la Tsinghua University di Pechino – “Grazie alla collaborazione di una proteina chinasi denominata PKG [cGMP-proteina chinasi dipendente] l’attività del recettore GC-C aumenta i livelli di dopamina cerebrale, e quindi è in grado di regolare l’attenzione del topo e il livello di attività“.

Quando i ricercatori hanno trattato il recettore GC-C nei topi, abbattendolo con le anfetamine che sono prescritte abitualmente nella terapia farmacologica per la ADHD e che sono attivatori della chinasi PKG, si è verificata iperattività e deficit di attenzione. Questa dato farebbe presupporre anche l’inutilità e la pericolosità del trattamento farmacologico!

Pertanto, come affermano gli autori, “i risultati indicano importanti funzioni comportamentali e fisiologiche per la via di segnalazione GC-C/PKG nel cervello,  e tale via può portare a nuovi trattamenti anche per altre patologie, quali la schizofrenia, il morbo di Parkinson e la dipendenza“.

Ringrazio pubblicamente “Dusty & gli amici” de Il Portico Dipinto per la tempestiva segnalazione.

Advertisements

News in Pictures

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: