La Merck ammette correlazione tra autismo e vaccini

Dopo che la FDA ha ammesso correlazione tra cancro e vaccini, anche la Merck apre alla discussa correlazione tra autismo e vaccini.

I vaccini causano autismo. In merito a mio figlio non ho mai avuto dubbi, così come non ho mai avuto dubbi per molti altri bambini/adolescenti le cui storie sono testimoniate dai loro genitori nel mondo.

I vaccini causano autismo. E’ stato aggiunto un ulteriore tassello che appare nel “manuale della Merck” che definisce la “encefalite” come una infiammazione del cervello causata da una malattia o da un vaccino.

I vaccini causano autismo. La Merck afferma nel suo complesso manuale che “l’encefalite è l’infiammazione del cervello che si verifica quando un virus infetta direttamente il cervello o quando un virus o qualche altra cosa innesca l’infiammazione. L’encefalite può avvenire in diversi modi. Un virus infetta direttamente il cervello. Un virus che ha causato un’infezione in passato si riattiva e danneggia direttamente il cervello. Un virus o un vaccino innescano una reazione che rende il tessuto cerebrale attaccabile dal sistema immunitario (reazione autoimmune)“.

I vaccini causano autismo. Sono rimasto stupito di scoprire che l’Autismo e la Sindrome da Morte in Culla (ovvero Sudden Infant Death Syndrome – SIDS) sono elencati come “eventi avversi segnalati durante l’uso post-approvazione“. “Gli eventi sono stati inclusi in questa lista per la loro gravità o per la frequenza di segnalazione“. Questo è un potente atto d’accusa!

I vaccini sono studiati per rendere reattivo il sistema immunitario ad un allarme affinchè produca anticorpi. Sfortunatamente, alcune persone, hanno una predisposizione del loro sistema immunitario ad intervenire in modo più drastico di quanto previsto, ed ecco che accade l’irreparabile.

Se guardate il foglietto illustrativo di un vaccino, soprattutto di quelli in circolazione negli Stati Uniti (perchè qui in Italia c’è una progressiva omissione di informazioni) si legge che l’encefalite è una reazione “rara” con possibile sequela evolutiva nell’autismo.

Il pianto prolungato ed inconsolabile è spesso l’unica indicazione che un bambino ha sviluppato l’encefalite come reazione da vaccino, ma solo quando si scopre che il bambino è autistico si può comprendere l’evidenza del danno cerebrale.

Questa reazione eccessiva del sistema immunitario è spesso cronica. L’infiammazione dell’intestino evolve in malattie intestinali, l’infiammazione ai polmoni porta all’asma, e quella del cervello all’autismo (ovvero encefalopatia). Tutte queste malattie sono di origine autoimmune, in cui il corpo attacca una parte di se stesso.

Uno su 13 bambini vaccinati, per esempio, con DTaP (Difterite, Tetano, Pertosse) sviluppa asma, mentre solo uno su 100 bambini non vaccinati la sviluppa per cause ambientali.

Io sono il padre di un bambino autistico, che ha riportato una encefalopatia immuno-allergo-tossica causata dai vaccini anti-infettivi. In questi due anni ho speso migliaia di ore di ricerca sui vaccini come causa della patologia di mio figlio, e tante altre ne spenderò per proseguire questa lunga denuncia.

Sono un semplice infermiere, sempre dedito all’essenza più profonda della mia professione. Eppure, sono certo di non peccare di presunzione nell’affermare che adesso “io sono più affidabile” rispetto a quei medici o rappresentanti farmaceutici che guadagnano miliardi di dollari l’anno attraverso la promozione e la vendita dei vaccini e sperano di rovinare la carriera di coloro che, con la propria voce, pongono seri dubbi sulla loro sicurezza.

Una reazione avversa che provoca danni al cervello (encefalite con evoluzione in encefalopatia) è la stessa cosa di una complicanza di una malattia infettiva. Ogni pediatra, medico, funzionario, istituzione di sanità che afferma che i vaccini sono completamente sicuri, che le reazioni avverse ai vaccini non esistono, o che i danni indotti dai vaccini sono talmente rari che quasi mai si verificano, o è un completo ignorante o commette una palese frode scientifica.

Con la prossima adozione da parte dell’Istituto Superiore di Sanità delle nuove “linee guida“, si tenterà di porre una pietra tombale sul problema della correlazione tra autismo e vaccini. Nessuno però sottovaluti le notizie ufficiali che provengono quotidianamente dagli Stati Uniti, delle quali mi sto facendo custode e portavoce, soprattutto dopo la valanga di risarcimenti statali autorizzati dalla Corte Federale preposta alla trattazione delle cause giudiziarie per danno da vaccino.

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli
infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.

Commenta per primo