Annunci

AUTISMO: ufficialmente riaperto il caso Wakefield

La Strategic Autism Initiative (SAI), una fondazione di ricerca sull'autismo, ha riferito in data 10 novembre che l'inchiesta in merito alle accuse di frode contro il Dottor Andrew Wakefield, relative ad un articolo pubblicato su The Lancet nel febbraio del 1998, è condotta da uno scienziato di fama internazionale quale è il Dottor David Lewis e riapre di fatto lo scandalo che assesterebbe il colpo di grazia definitivo in merito alla palese correlazione tra autismo e vaccino MMR.

I primi risultati della sua indagine, che sono stati pubblicati il ​​9 novembre sul British Medical Journal (BMJ) e sulla rivista Nature, rivelano che lo studio di The Lancet in questione era stato accuratamente riportato nei risultati forniti al Dr. Wakefield dagli specialisti che hanno collaborato con lui presso il Royal Free Hospital di Londra, in netto contrasto con i risultati di una serie di articoli pubblicati sempre dal British Medical Journal nel gennaio 2011 [suggeriti dal giornalista mistificatore Brian Deer] che sostenevano invece il tema della frode scientifica.

Secondo il Dottor Lewis, "Non è stata commessa frode dal Dr. Wakefield. Il punto cruciale della questione nel caso di Wakefield, per quanto riguarda la frode di ricerca, è se Wakefield ha fabbricato la diagnosi di colite non specifica per 11 dei 12 bambini di The Lancet, come riportato nella tabella 1 dello studio. I fogli di classificazione dei Dottori Paul Dhillon e Andrew Anthony mostrano chiaramente che Wakefield non potè fabbricare la diagnosi di colite non specifica riportata nell'articolo Lancet".

Oltre al suo lavoro di scienziato, il Dottor Lewis dirige il Progetto di Cattiva Condotta del Centro di Ricerca Nazionale Whistleblower di Washington DC, e non solo, come leggerete più avanti.

Il Dr. Wakefield, ora Direttore esecutivo di SAI, dopo aver appreso di questi primi risultati, ha dichiarato: “Nel tentativo di giustificare la loro posizione, la pretesa del BMJ sarà ora quella di commissionare, e prevedere di pubblicare, perizie che possano confutare questi risultati“.

Manca però un importante tassello della vicenda. Il British Medical Journal non potrà più accusare di frode, nè sostenere che ha riportato i risultati di nuovi esperti 13 anni dopo e che quelle scoperte erano sbagliate, perchè non è mai stato in possesso dei documenti originali, bensì di documenti falsificati sapientemente dal giornalista Brian Deer al soldo di Big Pharma.

Tutto questo rende certamente giustizia alla professionalità del Dottor Wakefield, rafforza sempre più il forte impegno di tutti quei genitori impegnati sul fronte di una patologia indotta da criminali farmaceutici e pone una pesante pietra tombale sulla bocca di quei debunkers italiani che farebbero bene ad affiliarsi alla mafia farmaceutica anzichè operare spudoratamente in campo sanitario e/o in qualche orticello di provincia.

Il Dottor Lewis ha raccomandato che il British Medical Journal agisca pesantemente nei confronti del giornalista Brian Deer che, a sua volta, dovrebbe ritrattare o ritirare gli articoli falsi pubblicati contro il Dottor Wakefield e la ricerca riguardate il vaccino MMR.

Il Dottor Lewis prevede inoltre di continuare le sue indagini, tra cui una perizia dettagliata delle affermazioni che gli sono state fornite dal British Medical Journal, e che suggeriscono come il BMJ può aver alterato i principali risultati del documento di The Lancet del 1998 e le presentazioni dei sintomi dei bambini pur di sostenere le loro accuse di frode contro Wakefield.

Ora, dopo le verità esposte dallo scandalo di Rupert Murdoch, ci sono prove inconfutabili che la frode è stata costruita a regola d’arte.

Tra reclami e bugie il BMJ e Brian Deer hanno più volte affermato che Wakefield, e Wakefield solo, ha falsamente diagnosticato ai bambini analizzati nello studio di The Lancet  iperplasia nodulare ileale-lionfoide, colite non specifica, e disturbo pervasivo dello sviluppo nei bambini“,  la colite non specifica. Questo è il  punto centrale delle accuse contro Wakefield.

Wakefield ha discusso la questione con il microbiologo Dott. David Lewis, ex membro dell’EPA (Agenzia di Protezione Ambientale), che era stato costretto ad abbandonare l’EPA dopo aver esposto le spinte promozionali per l’utilizzo di fanghi derivati da rifiuti umani per le aziende agricole [altro brutto capitolo di questo mondo avariato]. In definitiva esonerato, Lewis è ora membro del Centro Nazionale Informatori, che cerca di aiutare gli altri che si trovano in posizioni simili e collabora nella divulgazione scientifica con le riviste Nature, Science, Lancet, JAMA, National Geographic, Reader’s Digest, Voice of America, Paul Harvey News, Time, Newsweek, U.S. News & World Report, Forbes, NY Times, Washington Post, London Times, NPR’s All Things Considered, PBS Healthweek, PBS Technopolitics, CBS Evening News, ABC’s Primetime Live, and BBC Panorama.

Wakefield gli ha fornito i documenti dei patologi che avevano effettivamente fatto le diagnosi sulla base delle relazioni di laboratorio originali. Il Dottor Lewis ha analizzato i documenti ed ha determinato che Wakefield non ha commesso frode.

Ha poi inviato una lettera al BMJ, pubblicata il 9 novembre, che ha concluso: “Come microbiologo di ricerca coinvolto nella raccolta e nell’esame di campioni di biopsia del colon, non credo che il Dr. Wakefield ha intenzionalmente male interpretato i fogli di classificazione come prova di non-specifica colite. Il Dr. Dhillon (istopatologo senior del Royal Free Hospital) ha indicato non specifico una serie di disturbi associati, in alcuni casi, con altre forme di colite. Inoltre, se i fogli di classificazione del Dr. Anthony sono simili a quelli completati per l’articolo di  The Lancet, essi suggeriscono che è stata diagnosticata colite in un certo numero di bambini“.

Deer aveva affermato che Wakefield aveva alterato queste diagnosi. Ovviamente, non lo fece!

Lewis ha anche scritto alla rivista Nature, che ha pubblicato un articolo sempre sul tema. Essa afferma: “Il 9 novembre, David Lewis del Centro Nazionale Whistleblower di Washington DC ha pubblicato una lettera nel BMJ sostenendo che Wakefield non ha commesso frode di ricerca. Lewis pensa che la combinazione di cariche pubbliche e una lenta indagine segreta hanno lasciato il pubblico senza sapere a chi credere, ed è ingiusto per il ricercatore accusato. Questo sistema lancia professionisti come Wakefield nella terra di nessuno” dice Lewis.

Ovviamente, il BMJ è in una brutta situazione. Hanno fatto forti accuse contro Wakefield, e quelle accuse sono chiaramente documentate come false. Così, insieme con la pubblicazione della lettera, il BMJ è andato all’attacco aggressivo. Il BMJ sta agendo nel modo che indica uno stato di panico. A seguito di un atteggiamento comprovato e purtroppo troppo spesso reale, il metodo di difesa quando non c’è legittima difesa è solo quello di andare all’attacco ed aggredire. Questa volta però, il loro attacco è palesemente in conflitto con sè stessi.

Il BMJ richiede un’inchiesta contro tutti i membri del team di ricerca di Wakefield, e l’aggiunta di sei docenti universitari senior presso l’University College London (UCL), che erano responsabili delle divisioni del Royal Free Hospital quando Wakefield eseguì le ricerche. Un vero e proprio attacco totale, non c’è che dire!

Fiona Godlee, direttore del BMJ, ha inviato una lettera direttamente al Presidente del Parlamento Commons Science and Technology Committee, Andrew Miller, premendo per un sondaggio parlamentare se l’UCL non agirà immediatamente per indagare.

Non vi è alcun tentativo di spiegare perché Wakefield è stato accusato di qualcosa per la quale, evidentemente, non era e non avrebbe potuto essere colpevole . La documentazione è stata disponibile per tutto il tempo. Le relazioni patologiche erano lì. Sono stati accecati, i patologi non hanno avuto alcuna informazione sui bambini e le loro diagnosi. Wakefield non travisò o cambiò nulla. Ormai non c’è più modo di evitare questo dato fatto!

Nel loro processo di attacco, Godlee e il BMJ stanno tacitamente ammettendo l’errore!

Wakefield è stato crocifisso per aver fatto diagnosi che non ha fatto. Piuttosto che riconoscere l’errore il BMJ sta ora cercando di allargare la cerchia di accusa e, a quanto pare, vogliono far credere addirittura che ci fosse un complotto organizzato più ampio per frodare; che non solo Wakefield è stato coinvolto, ma tutta la sua squadra e tutto il personale di alto livello che lo ha aiutato.

Nel tentativo di dimostrare che i patologi in doppio cieco si erano sbagliati, il BMJ ha riesumato Ingvar Bjarnason, un gastroenterologo, non un patologo, per esaminare i rapporti. Questo già di per sè è ridicolo. Lo diventa ancor di più se prendiamo a riferimento i commenti di Bjarnason sui rapporti. Egli infatti non ha verificato i risultati di laboratorio. Come si può fare quindi una diagnosi basata sulle relazioni dei patologi, piuttosto che rivedere la stessa evidenza, senza controllare le relazioni di laboratorio?

Il pluripremiato giornalista bugiardo Brian Deer [non vorrei essere al suo posto] ora sta facendo marcia indietro. Sta sostenendo che non ha mai accusato Wakefield di frode. Che possono essere tecnicamente vere le sue accuse, ma solo nel senso che non ha usato il termine frode. Tutto ciò che ha scritto però era ovviamente destinato a dare questa impressione.

Anche Fiona Godlee sta facendo un pò di marcia indietro, forse troppo, dicendo che la conclusione del BMJ di frode non era basata sulla patologia, ma invece si è basata su discrepanze nelle registrazioni dei bambini e apparse su The Lancet. Allora, perché il BMJ ha sostenuto che le affermazioni circa la patologia dei bambini erano false?

Non vi è ombra di dubbio che la conclusione di questo scandalo che ha rovinato un’intera generazione di bambini è sempre più a portata di mano.

L’aggressività della Godlee e del BMJ sono indicativi di paura, e la paura tende ad eliminare la ragione, come appare evidente in questo caso.

Non viviamo in un mondo che funziona sempre razionalmente. Viviamo in un mondo asservito al denaro. Come sempre, abbiamo bisogno di guardare al denaro per capire perché il Dottor Wakefield è stato crocefisso seppur di fronte a prove incontrovertibili che rendono veritiera la base della sua ricerca. Il problema vero è che il Governo britannico è di per sé spaventato come molti altri Governi.

Infatti, il “contenzioso in corso” si riferisce all’uso di un pericoloso ceppo del vaccino MMR, Urabe AM9, che è stato riconosciuto e comprovato come causa di meningite.

Tuttavia, è stata molto più conveniente per il Regno Unito ed altri paesi, la decisione di sacrificare la salute dei bambini a favore dell’acquisto e della somministrazione di un vaccino noto per causare meningite. I Governi erano così ansiosi di risparmiare soldi che avevano accettato di indennizzare il produttore del vaccino, GlaxoSmithKline [la stessa che propina ai nostri figli qui in Italia – PRIORIX – un vaccino contenente cellule di feti abortiti], che si rifiutò di venderlo senza indennizzo.

Sulla stessa linea, poi, c’è una quantità quasi inconcepibile di denaro. Chi, infine, è responsabile per l’epidemia di autismo se è noto che la causa è legata ad un noto pericoloso vaccino e alla solita nota Glaxo che è più economica rispetto ad altri? Poiché il Governo ha indennizzato il produttore, l’unico responsabile è proprio il Governo.

Di fronte a un’epidemia che abbatte come minimo 1 ogni 100 bambini e comporta costi enormi per le loro famiglie e la società, i costi potrebbero facilmente sopraffare l’intero bilancio di una nazione.

Alla fine, come molte altre cose che coinvolgono la medicina convenzionale, è tutta una questione di soldi. Le vite di bambini innocenti sono state sacrificate, e continuano a essere deposte sull’altare dei profitti e dell’avidità.

Annunci

News in Pictures

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: