Presente!

Carissimi lettori,

dopo un periodo di inattività, a causa dell’imminente chiusura della precedente piattaforma che ospitava il mio piccolo spazio informativo, sono nuovamente a disposizione di tutti coloro che in questi due anni mi hanno sempre dimostrato affetto, stima, collaborazione e apprezzamento nella condivisione di una problematica devastante che, con estremo dolore e malgrado la tanta informazione che si convoglia sopratutto sui social network, coinvolge sempre più altissimi numeri di bambini in Italia e nel mondo.

A tutti voi è rivolto il mio più sentito ringraziamento per il vostro supporto, che ho voluto ricambiare con un rinnovato impegno professionale e nuova veste grafica ricca di nuove funzionalità rivolte soprattutto a voi.

Sono certo non mancheranno le presenze di “noti rompiscatole che ragionano solo per pubblicazioni scientifiche” alle quali sono vaccinato mentalmente: ignorare gli ignoranti.

Credo nella mia professione sanitaria; questo credo mi ha sempre contraddistinto in tutti questi anni di attività e sempre mi contraddistinguerà nel prosieguo della mia professione, sempre rivolta al benessere della persona che assisto, anche  se questa persona è rappresentata dal proprio figlio e i sentimenti si fondono inevitabilmente  con l’amore paterno.

Anche se tutto ciò comporta mettersi contro i potenti interessi economici di aziende farmaceutiche senza scrupoli, guidate esclusivamente da logiche di profitto, avrò sempre l’onestà e la coscienza pulita nell’assumere un comportamento eticamente corretto ed inappellabile.

Al giorno d’oggi, quando si presta la propria attività con particolare attenzione rivolta ai bambini disabili intellettivi – ovvero a coloro che sono totalmente indifesi e sempre più travolti dalle logiche di mercato farmaceutico – il sapere, il saper fare e il saper essere sono tre pilastri fondamentali per chi vuole definirsi serenamente “essere umano“.

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli
infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.

2 Commenti