I vaccini non causano autismo

Mi arrendo. I vaccini non causano autismo.

L’autismo è una diagnosi comportamentale. Per ricevere la diagnosi di “autismo” un bambino deve presentare un certo numero di comportamenti bizzarri in un determinato periodo di tempo. Se lui o lei non lo fa, la diagnosi/etichetta di “autismo” non è giustificata.

Non esiste un esame del sangue per l’autismo.

L’autismo non può essere “confermato” o “escluso” da analisi di laboratorio. E’ prettamente una diagnosi/etichetta comportamentale.

Pertanto, tutto ciò che provoca danni fisiologici, non può direttamente “causare”  l’autismo.

Ergo … i vaccini non possono “provocare” autismo.

I vaccini, innocui acquasantiere in siringa, effettivamente causano altre cose ma non l’autismo.

I vaccini causano encefaliti /encefalopatie.
I vaccini causano crisi epilettiche.
I vaccini causano carenze del sistema immunitario.
I vaccini causano problemi gastrointestinali.

L’encefalite /encefalopatia provoca sbalzi d’umore.
L’encefalite /encefalopatia provoca dolore estremo.
L’encefalite /encefalopatia causa disattenzione e impulsività.
L’encefalite /encefalopatia provoca aggressività.
L’encefalite /encefalopatia provoca problemi di equilibrio e difficoltà relative al proprio ambiente.

Le convulsioni causano sbalzi di umore.
Le convulsioni causano disattenzione e impulsività.
Le convulsioni causano alterazioni della coscienza.

Le carenze del sistema immunitario causano nei bambini infezioni batteriche più frequenti, come le infezioni dell’orecchio, le infezioni delle alte vie respiratorie, sinusiti e infezioni streptococciche.

Le carenze del sistema immunitario causano nei bambini infezioni virali più frequenti, come la stomatite, febbri di origine sconosciuta, eruzioni cutaneo-mucose virali, orticaria, congiuntivite, e virus gastrointestinali che causano vomito e diarrea. Basta pensare al tristemente famoso Rota Virus per il quale vaccinano i nostri figli con due vaccini contaminati, uno dei quali è capace di scatenare una gravissima malattia autoimmune quale è la Sindrome di Kawasaki.

Le carenze del sistema immunitario causano nei bambini maggiori vulnerabilità a “tutto quello che gli gravita intorno” e li pone nella condizione di difficoltà nel raggiungere tappe di vita rispetto ai loro coetanei.

Il danno gastrointestinale da vaccini provoca diarrea.
Il danno gastrointestinale da vaccini provoca nausea, reflusso gastro-esofageo, vomito.

Il danno gastrointestinale da vaccini provoca una maggiore vulnerabilità a virus e batteri, che porta alla conseguente maggiore somministrazione di antibiotici, che a sua volta porta alla crescita eccessiva di lieviti patogeni.

La crescita eccessiva di lieviti patogeni porta a  iperpermeabilità intestinale (“leaky gut syndrome”).
La crescita eccessiva di lieviti patogeni porta a costipazione.
La crescita eccessiva di lieviti patogeni porta alla crescita eccessiva di allergie alimentari.

La crescita eccessiva di lieviti patogeni porta a eruzioni cutanee, senso di ubriachezza, comportamenti bizzarri, disattenzione, impulsività, eccessiva voglia di pane, zucchero, gelato, latte e carboidrati.

Tecnicamente, i vaccini non causano autismo perché non esiste una cosa come l’autismo. L’autismo è un’invenzione della psichiatria.

I vaccini causano le condizioni fisiche sopra elencate che provocano dolori, danni neurologici, disturbi del sistema immunitario, danni gastrointestinali, eccessi di lieviti, che si combinano per produrre tutti i sintomi comportamentali che determinano la diagnosi /etichetta “autismo”.

Il danno gastrointestinale è il risultato scientificamente più evidente di un danno da vaccino.

Quando un bambino, precedentemente in buona salute, improvvisamente inizia ad avere frequenti episodi di diarrea acquosa ed estremamente maleodorante ogni giorno [questo avviene spesso poco dopo aver ricevuto le vaccinazioni] dovrebbe essere annotato come un campanello d’allarme per un probabile “danno vaccinale”. Ciò che non è così ovvio è che quando l’intestino del bambino è permanentemente danneggiato, lui o lei non è più in grado di assorbire le sostanze nutritive necessarie per la produzione dei neurotrasmettitori necessari per il sostentamento della corretta funzione cerebrale.  Così, quando il bambino sviluppa sbalzi di umore, difficoltà del sonno e difficoltà di apprendimento diversi mesi più tardi, questi problemi non sono riconosciuti per pregiudizio come correlati al vaccino perché il danno iniziale si è verificato molti mesi prima.

Anche per questo il Dr. Andrew Wakefield rappresenta una minaccia per l’industria farmaceutica.

Infatti, è bene ricordare che il Dr. Wakefield non ha mai detto che i vaccini causano l’autismo. Il Dr. Wakefield è un gastroenterologo che, a dispetto di quanto afferma una nota farmacologa dell’ANGSA, ha lavorato per i bambini al Dipartimento di Gastroenterologia Pediatrica del St. Bartholemew Hospital diretto dal Professor Walker Smith poi trasferitosi nel 1995 al Royal Free Hospital. Wakefield ha visto un numero elevato di bambini con problemi gastrointestinali ai quali è anche capitato di essere diagnosticati /etichettati con “autismo”.  Il Dr. Wakefield non ha fatto altro che riportare corrette osservazioni. Non ha mai affermato/scritto che il vaccino MMR “causa” autismo. Ha solo riferito che un certo numero di bambini che aveva visto avevano entrambi i problemi [gastrointestinali e autismo] e, secondo il racconto dei genitori, questi temi si sono sviluppati in breve tempo da quando i bambini hanno ricevuto il vaccino MMR.

Pertanto, ancora una volta … perché il Dr. Wakefield è una minaccia per l’industria farmaceutica?

Suggerimento: non perché i vaccini causano l’autismo …  non lo fanno.  In realtà i vaccini causano danni gastrointestinali.

Il danno gastrointestinale causa malassorbimento di sostanze nutritive necessarie per la corretta funzione cerebrale.
Il malassorbimento di sostanze nutritive essenziali provoca disturbi del sistema immunitario, convulsioni, encefalopatia, tossicità biologica, ecc … ed è quello che porta alla diagnosi / etichetta finale di “autismo”.

Considerato che le osservazioni del Dr. Wakefield sono corrette, più di un solo qualcuno, da qualche parte nel mondo finirà per disegnare definitivamente la connessione tra vaccini e l’effetto domino che porta alla diagnosi / etichetta  di “autismo”.

E’ ovvio che dal punto di vista dell’industria farmaceutica, meglio “tagliare sul nascere” la questione; il che significa screditare il Dr. Wakefield e tutti coloro che lo seguiranno nella misura in cui nessuno possa approfondire e provare scientificamente il danno.

Questo stratagemma, ad oggi, ha funzionato?  Non per meNon per noi. Non per molti scienziati. E non per molti genitori intelligenti che conosco.

Solo il tempo dirà se ci sono abbastanza persone come noi a fare la differenza.

Di certo, i nostri figli ci saranno grati per averli salvati dalle mani di un crimine contro l’umanità e di un sacrificio umano del quale possiamo serenamente farne a meno per salvaguardare il nome di una scienza marcia, politicamente corrotta e avvezza ai profitti di vaccinopoli.

Annunci
Informazioni su Gabriele Milani 353 Articoli

infermiere, divenuto freelance per dovere di informazione, ma soprattutto padre di un bambino che ha presentato reazione avversa alla somministrazione dei vaccini anti-infettivi nella forma di ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA, che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di disturbo autistico con grave deficit cognitivo.

3 Commenti

  1. Jsabella
    Oramai sono quasi 2 anni che mi documento sui danni da vaccino, da quando è nato il mio nipotino. Tutto questo è una vergogna, una vergogna che deve finire. Dobbiamo essere sempre di più. e sconfiggere questa assurdità, questo crimine ,come appunto è stato detto. Su poveri neonati innocenti, deboli nelle nostre mani, come si può fare tutto questo. penso a tutti quei medici che consigliano, e dico vergogna! A quei medici che li fanno, e dico vergogna! A quei medici che chiudono gli occhi davanti ai danni causati, e dico vergogna! Come ci si può guardare nello specchio!
    Che tutto questo finisca in fretta!

  2. lo stratagemma ha funzionato in passato e continuerà a funzionare nel presente, solo se glielo permetteremo,le accuse nei confronti del Dott.or Wakefield sono infondate, questo comporterà un capitolo nella storia dei vaccini che non può lasciare indifferenti, nemmeno coloro che non sono dentro al problema, sicuramente i muri da demolire sono sempre più inesorabili, e avremo giorni amari davanti,ma io credo che arrendersi sia soltanto la disfatta, mentre perseguire e portare luce e verità è quanto di meglio possiamo in cuor nostro auspicare, questo va fatto e i nostri figli lo sanno. Grazie!

  3. non posso far altro che concordare con ogni parola qui scritta,sembra in tutto e x tutto ciò che è successo a mio figlio..eccessiva voglia di pane,latte,carboidrati..sbalzi d’umore ecc ecc ecc!! la peste del nuovo secoli altri non è che i vaccini e tutto il male che comportano in seguito.per mano stessa dell’uomo,x arricchire le lobby..una vergogna…ma la frase che più so esser giusta nel mio dire è : quel vaccino ha rovinato mio figlio e molti altri bambini..