Il declino naturale delle malattie infettive a confronto dell’efficacia e dei pericoli delle vaccinazioni

In Europa, nel Nord America e nel Sud Pacifico, il declino delle malattie infettive si è verificato storicamente in mancanza o in largo anticipo rispetto all’introduzione della specifica vaccinazione.

Tutto ciò costituisce la prova incontrovertibilie che le vaccinazioni non sono necessarie per l’eliminazione di una vasta gamma di malattie infettive.

L’immunizzazione non è affatto una misura collaudata e infallibile per la protezione da diverse condizioni e malattie infettive. E’ spesso epidemiologicamente irrilevante e in alcuni casi si è dimostrata come fattore di peggioramento degli esiti sanitari [Immunità di gregge: scienza imperfetta e fallimento della vaccinazione di massa].

Gli incrementi progressivi del numero di vaccini è correlato a un elevato tasso di mortalità nei bambini al di sotto dei 5 anni.

La vaccinazione è  anche correlata alla Sudden Infant Death Syndrome [Sindrome da morte in culla], varie malattie neurodegenerative [Autismo], il diabete, ed è causa di generale compromissione del sistema immunitario nei neonati e nei bambini.

Declino naturale delle malattie infettive precedentemente all’introduzione della vaccinazione

Dalla figura 1 alla figura 11 è  illustrato graficamente come in Europa, nel Nord America e nel Sud Pacifico, il grande declino del pericolo di vita causato dalle malattie infettive si è verificato in passato in mancanza o maggiormente in anticipo rispetto all’introduzione della vaccinazione specifica. Questo fornisce prove inconfutabili sul fatto che le vaccinazioni non sono necessare per l’effettiva eliminazione di una vasta gamma di malattie infettive.

FIGURA 1 – TASSI DI MORTALITÀ DELLA TUBERCOLOSI IN CANADA PER 100.000 persone [1880-1960]

Riferimenti: Timeline of TB in CanadaThe Canadian Encyclopedia; Public Health Agency of Canada; Uso corrente e storico del vaccino BCG in Canada;

FIGURA 2 – INCIDENZA MORBILLO IN CANADA [1935-1983]

Riferimenti: Public Health Agency of Canada – Figura 8; Incidenza Morbillo Canada;

FIGURA 3 – TASSI DI MORTALITÀ DELLA TUBERCOLOSI NEGLI STATI UNITI PER OLTRE 100.000 BAMBINI [1900-1960]

Riferimenti: John H. Dingle; Life and Death in Medicine; Scientific American; 1973; p. 56.

FIGURA 4 – MEDIA ANNUALE DELLA PERTOSSE NEGLI STATI UNITI E TASSI DI MORTALITÀ PER 100.000 persone [1918-1960]

Riferimenti: Vital Statistics of the United States 1937-1960; Historical Statistics of the United States [Colonial Times to 1970 Part 1 Ch. B Vital Statistics and Health and Medical Care, pp. 44-86H].

FIGURA 5 – MEDIA ANNUALE DELLA SCARLATTINA NEGLI STATI UNITI E TASSI DI MORTALITÀ PER 100.000 persone [1910-1958]

Riferimenti: Centers for Disease Control Vital Statistics of the United States 1937-1960; Historical Statistics of the United States [Colonial Times to 1970 Part 1 Ch. B Vital Statistics and Health and Medical Care, pp. 44-86H].

FIGURA 6 – TASSI DI MORTALITÀ INFLUENZALE ANNUALE NEGLI USA PER 100.000 persone [1933-1965]

Riferimenti: Doshi, P., Trends in Recorded Influenza Mortality: United States 1900-2004,American Journal of Public Health, May 2008, vol. 98, no. 5, p. 941.

FIGURA 7 – MORTALITÀ MEDIA ANNUA DI PERTOSSE IN CASI DI BAMBINI DI ETÀ INFERIORE A 15 IN INGHILTERRA E GALLES [1850-1965]

Riferimenti: Thomas McKeown, The Role of Medicine: Dream, Mirage or Nemesis?; Basil Blackwell; Oxford, UK; 1979; p. 103

FIGURA 8 – PARALLELISMO DEI TASSI DI MORTALITA’ PER SCORBUTO [linea gialla ]E PERTOSSE [linea rossa] IN INGHILTERRA PER 100.000 persone [1919-1967]

Riferimenti: Data for years 1919-1967 Mortality Statistics: Deaths Registered in England & Wales; UK Office for National Statistics, 1997.

FIGURA 9 – MORTALITÀ MEDIA ANNUA Di MORBILLO IN CASI DI BAMBINI DI ETÀ INFERIORE A 15 IN INGHILTERRA E GALLES [1850-1965]

Riferimenti: McKeown, T., The Role of Medicine: Dream, Mirage or Nemesis?; Basil Blackwell; Oxford, UK; 1979; p. 105Waitzkin H., The Relevance of Social Science for Medicine; 1st edition, Dec. 31, 1980

FIGURA 10 – PARALLELISMO DEI TASSI DI MORTALITA’ PER SCORBUTO [linea gialla ]E MORBILLO [linea rossa] IN INGHILTERRA PER 100.000 persone [1919-1967]

Riferimenti: Data for years 1919-1967 Mortality Statistics: Deaths Registered in England & Wales; UK Office for National Statistics, 1997.

FIGURA 11 – TASSO DI MORTALITÀ DA TUBERCOLOSI  IN NUOVA ZELANDA PER MILIONE [1880-1960]

Riferimenti: Director General Annual Mortality Reports Covering 1872-1960, New Zealand Parliamentary Journals for the Years Specified

Efficacia dell’immunizzazione

Dalla figura 12 alla figura 24 è illustrato graficamente come l’immunizzazione non è affatto una misura collaudata e infallibile per la prevenzione dalle varie malattie infettive. E’ spesso epidemiologicamente irrilevante e in alcuni casi si è dimostrata come fattore di peggioramento degli esiti sanitari.

FIGURA 12 – VACCINO ANTINFLUENZALE INATTIVATO in bambini di età inferiore a 2 anni
Riferimenti
: Cochrane Collaboration Database of Systematic Reviews, (John Wiley & Sons, Ltd.) 2006 (1) Article No. CD004879 – Covers 51 Studies on 260,000 children

FIGURA 13 – VACCINO ANTINFLUENZALE INATTIVATO in anziani che vivono in comunità casa famiglia
Riferimenti: Cochrane Collaboration Database of Systematic Reviews, (John Wiley & Sons, Ltd.) 2006 (3) Article No. CD004876

FIGURA 14 – BCG CONTRO LA TUBERCOLOSI
Nota:
Diagnosticati 376 casi di Tubercolosi polmonare e 31 casi di Tubercolosi ghiandolare post-vaccinazione. Maggior riscontro di Tubercolosi nel confronto tra gruppo di vaccinati e gruppo Placebo.
Riferimenti
: Randomised controlled trial of single BCG, repeated BCG, or combined BCG and killed Mycobacterium leprae vaccine for prevention of leprosy and tuberculosis in Malawi; The Lancet, Volume 348, Issue 9019, Pages 17 – 24, 6 July 1996

FIGURA 15 – BCG CONTRO LA TUBERCOLOSI
Nota: Da 0 a 2,5 anni, i vaccinati avevano l’incidenza raddoppiata di Tubercolosi rispetto al gruppo Placebo
Riferimenti
: Double blind randomized controlled trial of BCG’s effectiveness on 250,000 subjects Tuberculosis Research Centre (ICMR), Chennai, India: Indian Journal of Medical Research, 110, August 1999, pp. 56-69

FIGURA 16 – EPIDEMIA DI PAROTITE PREVALENTEMENTE IN POPOLAZIONE VACCINATA
Riferimenti
: Center for Disease Control , MMWR 55 (20); May 26, 2006; pp. 559-63

FIGURA 17 – EPIDEMIA DI VARICELLA PREVALENTEMENTE IN POPOLAZIONE VACCINATA
Riferimenti
: Pediatrics – Vol. 113; No. 3; pp. 455-459; (2004)

FIGURA 18 – EPIDEMIA DI PERTOSSE PREVALENTEMENTE IN POPOLAZIONE VACCINATA
Riferimenti
Vaccine Safety Manual, di N.Z. Miller, New Atlantean Press, Sante Fe, New Mexico, 2008, p. 140 (Riferiti ai dati CDC & Official Surveillance http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/)

FIGURA 19 – EPIDEMIA DI MORBILLO PREVALENTEMENTE IN POPOLAZIONE VACCINATA
Riferimenti
: New England Journal of Medicine – Vol. 316; No. 13; pp. 771-774; (1987)

Ricordiamo che ci sono state epidemie di morbillo negli Stati Uniti nelle popolazioni che erano state vaccinate al 100%.

La scuola interessata aveva nello stesso edificio 276 studenti del liceo e 135 studenti della scuola media. Una revisione delle cartelle cliniche della scuola ha mostrato che tutti i 411 studenti erano stati vaccinati contro il morbillo, in conformità con le Leggi dell’Illinois“. [Measles Outbreak among Vaccinated High School Students – Illinois. MMWR. June 22, 1984 / 33(24);349-51]

FIGURA 20 – CASI SEGNALATI DI DIFTERITE IN NIGERIA [1973-1982]

Riferimenti: E. Ekanem; A 10-Year Review of Morbidity from Childhood Preventable Diseases in Nigeria: How Successful is the Expanded Programme of Immunization (EPI)?; Journal of Tropical Pediatrics, Vol. 34; No. 6; UK; 1988; pp. 323-328.

FIGURA 21 – TASSO DI PERTOSSE IN NIGERIA PER 100.000 persone [1973-1982]

Riferimenti: E. Ekanem; A 10-Year Review of Morbidity from Childhood Preventable Diseases in Nigeria: How Successful is the Expanded Programme of Immunization (EPI)?; Journal of Tropical Pediatrics, Vol. 34; No. 6; UK; 1988; pp. 323-328

FIGURA 22 – TASSO DI MORBILLO NELLA REPUBBLICA DOMINICANA PER 100.000 abitanti [1978-1989]

Riferimenti: Dati per gli anni 1978-1987 consultabili in UNICEF Evaluation Publication No. 6, Santo Domingo, Dominican Republic, May 27, 1988; dati per gli anni 1988-1989 recuperati da una comunicazione personale di Raymond Obomsawin con il Pan American Health Organization, EPI Unit, August 21, 1990

FIGURA 23 – TASSO DI DIFTERITE NELLA REPUBBLICA DOMINICANA PER 100.000 abitanti [1978-1987]

Riferimenti: Data for years 1978-1987 Taken from UNICEF Evaluation Publication No. 6, Santo Domingo, Dominican Republic, May 27, 1988. Raymond Obomsawin con il Pan American Health Organization, EPI Unit, August 21, 1990

FIGURA 24 – TASSO DI PERTOSSE NELLA REPUBBLICA DOMINICANA PER 100.000 abitanti [1978-1989]

Riferimenti: Dati per gli anni 1978-1987 recuperati da  UNICEF Evaluation Publication No. 6, Santo Domingo, Dominican Republic, May 27, 1988; Dati per gli anni 1988-1989 recuperati da una comunicazione personale di Raymond Obomsawin con il Pan American Health Organization, EPI Unit, August 21, 1990

I pericoli dell’immunizzazione

Dalla figura 25 alla figura 33 è illustrato graficamente come l’aumento delle vaccinazioni è correlato ad un significativo aumento dei tassi di mortalità per i bambini al di sotto dei cinque anni. Tale pratica è legata alla Sindrome da morte in culla, malattie neurodegenerative,  il diabete e compromissione generale del sistema immunitario nei neonati e nei bambini. E’ altresì illustrato come la pratica di immunizzazione riveste un ruolo principale negli ultimi massicci aumenti di patologie neurodegenerative quali l’Autismo infantile.

FIGURA 25 – TASSI DI MORTALITA’ PER I BAMBINI AL DI SOTTO DEI 5 ANNI NEI PAESI PER NUMERO DI VACCINI OBBLIGATORI

Riferimenti: World Health Organization – World Health Statistics 2009 Report ; Generation Rescue Inc. 2009

FIGURA 26 – TASSI DI MORTALITA’ PER I BAMBINI AL DI SOTTO DEI 5 ANNI PRIMA E DOPO L’INTRODUZIONE DEI VACCINI ANTINFLUENZALI NELLA PRIMA INFANZIA DA PARTE DEL CDC NEGLI STATI UNITI

Riferimenti: Center for Disease Control Vital Statistics Reports per gli anni 1999-2003 riportati nel Vaccine Safety Manual, di N.Z. Miller, New Atlantean Press, Sante Fe, New Mexico, 2008, p. 97

FIGURA 27 – VACCINO DELLA PERTOSSE E SINDROME DELLA MORTE IN CULLA
Nota
: il 70% di 103 decessi per SID si sono verificati entro 3 settimane dalla vaccinazione con il vaccino per la pertosse [6,5 % entro 12 ore; 13% entro 24 ore; 26% entro 3 giorni; 37 %, 61% e 70% rispettivamente entro 1, 2, e 3 settimane].
Riferimenti
: Torch W., Neurology – 32 (4 – Pt. 2) A, 1982, pp. 169-170; The National Academies Press

FIGURA 28 – VACCINO CONTRO IL MORBILLO E MALATTIE INFIAMMATORIE DELL’INTESTINO
Riferimenti
: The Lancet – Vol. 345; 8957; 1995, pp. 1062-1063 … Siamo rammaricati nel deludere i soliti debunkers e gli aficionados al romanzo manipolato di Wakefield; non solo questo studio è addirittura antecedente al contestato  The Lancet 12 del 1998 ma addirittura annovera tra i propri riferimenti uno studio del 1993 di Wakefield Aj, Pittilo Rm, Cosby Sl, et al. Evidence of persistent measles virus infection in Crohn’s disease. J Med Virol 1993; 39: 345-353.

FIGURA 29 – Incidenza media di malattie nei primi 5 anni di vita [infezioni dell’orecchio, infiammazione della gola, comportamento aggressivo, convulsioni/collasso, somministrazione di antibiotici] tra vaccinati e non vaccinati
Riferimenti
: Nederlands Vereniging Kritisch Prikken 2004 Survey Findings

FIGURA 30 – Incidenza assoluta [stato di malattia, eczema, asma e malattie polmonari croniche, reazioni allergiche, comportamenti aggressivi, difficoltà a dormire] tra vaccinati e non vaccinati
Riferimenti
: Nederlands Vereniging Kritisch Prikken 2004 Survey Findings

FIGURA 31 – Tassi di somministrazione di BCG nelle scuole e Diabete  in vari paesi
Riferimenti
: Infectious Disease in Clinical Practice – No. 6, pp. 449-454; (1997)

FIGURA 32 – Incidenza Cumulativa di Diabete Mellito Insulino Dipendente in Gran Bretagna e percentuale di copertura con vaccino anti Pertosse
Riferimenti
: Journal of Pediatric Endocrinology & Metabolism, 16, pp. 495-508; (2003)

FIGURA 33 – Autismo in giappone contro la vaccinazione trivalente MMR e monovalente antimorbillo per coorti di nascita 1988-1996

Riferimenti: I dati Giapponesi e Britannici mostrano che i vaccini causano l’Autismo
Figura basata sulle statistiche di: Kihei Terada et. al.; Alterations in epidemics and vaccination for measles during a 20 year period and a strategy for elimination in Kurashiki City, Japan; Kawasaki Medical School 2002 Mar; 76 (3):pp. 180-4. Correlato con: H. Honda et. al,; No effect of MMR withdrawal on the incidence of autism: a total population study; Journal of Child Psychology & Psychiatry; June 2005 (6); pp.572-579

Annunci

Commenta per primo