Thimerosal: Pediatri contestano le Nazioni Unite

mercurio_nei_vacciniSe si inietta Thimerosal negli animali, il loro cervello si ammala. Se si applica su tessuti viventi, le cellule muoiono. Se lo inserisci in un contenitore di Petri, la coltura muore. Se si conoscono questi fatti, è sconvolgente che qualcuno voglia pensare di iniettarlo in un neonato senza causare danni [Dr Boyd Haley, capo del Dipartimento di Chimica dell’Università del Kentucky, in Mercurio nei vaccini e specifiche lesioni cerebrali].

Malgrado questo concetto è stata versata nuova benzina sul fuoco, che ha inasprito il dibattito già acceso in merito sulla sicurezza dei vaccini somministrati  ai bambini, da parte della più grande organizzazione americana di pediatri, per contrastare una proposta delle Nazioni Unite di vietare il conservante contenente mercurio nei vaccini offerti su scala mondiale.

Così, la American Academy of Pediatrics ha approvato la raccomandazione di un gruppo di specialisti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, in disaccordo con la rimozione del Thimerosal dai vaccini destinati all’infanzia e dalla filiera produttiva.

A questo proposito ricordiamo, se per caso l’Ufficio Legale della Glaxo di Verona capitasse da queste parti, che siamo sempre in attesa di ricevere Vostra dichiarazione scritta in merito alla sicurezza del vaccino combinato esavalente Infanrix Hexa, che confermiate con assoluta certezza che il Thimerosal non è presente in questo vaccino, e speriamo vivamente di non doverci rivolgere nuovamente alla Magistratura per chiarire anche questo ulteriore aspetto.

Chiusa questa doverosa divagazione, ricordiamo che il divieto in merito all’utilizzo del mercurio in ambito sanitario è stato perfezionato nel corso di riunioni organizzate dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente [UNEP]. L’obbiettivo è quello di creare un trattato universale vincolante in cui i paesi decidono di fermare l’inquinamento da mercurio per l’ambiente e l’esposizione tossica per l’uomo.

Associazioni come la Coalition for Mercury-Free Drugs hanno presentato studi alla UNEP che mostrano i “gravi pericoli”  per la salute nell’utilizzo del mercurio nei vaccini e nelle otturazioni dentarie.

La UNEP è stata invitata a modificare i propri programmi per l’uso del Thimerosal nei vaccini, soprattutto dalla Coalizione Safe Minds che detiene il mandato per l’Autismo e i disturbi alla salute indotti dal mercurio e da altre sostanze tossiche artificiali.

Per evitare che iniettino mercurio [Thimerosal] in donne incinte, neonati e bambini in tutto il mondo, Safe Minds si è fatta promotrice di una petizione che vi invitiamo a firmare per sostenere l’eliminazione globale del mercurio da tutti i prodotti medici, farmaceutici e per la cura personale: il secondo elemento più tossico sulla terra non deve avere posto nella medicina del XXI secolo!

Solo un trattato universale come questo può mettere sempre più pressione alle industrie farmaceutiche affinchè si impegnino a cercare alternative differenti, anche dall’alluminio [altro potente composto neurotossico] che in molti casi è stato potenziato in modo scriteriato nel tentativo di farci credere che il  Thimerosal era stato rimosso dai vaccini.

Gli specialisti della American Academy of Pediatrics si ostinano ad affermare che il divieto di utilizzo del Thimerosal metterebbe a rischio di malattie milioni di bambini, ignorando candidamente che il Thimerosal ha contribuito in modo esponenziale a rovinare il cervello e la vita dei nostri figli.

Gli specialisti della American Academy of Pediatrics giustificano la loro posizione affermando che il Thimerosal è indispensabile perchè in alcuni paesi mancano i sistemi di refrigerazione e non possono permettersi le più costose confezioni monodose. Anche in questa affermazione c’è una palese contraddizione in quanto, indipendentemente dalla presenza di Thimerosal, i vaccini sono farmaci soggetti a conservazione secondo le modalità della catena del freddo.

Il mancato rispetto delle indicazioni relative alla conservazione e alle modalità d’uso possono ridurre l’efficacia, con il risultato di una inadeguata risposta immunitaria nel soggetto ricevente, e ciò che è ancor più grave è che i vaccini mal conservati non sono distinguibili dai vaccini correttamente conservati.

Se ci fosse uno studio a discapito delle sigarette come generatrici del cancro al polmone finanziato dalla società Phillip Morris, quale sarebbe il valore nominale dello studio? Sarebbe esattamente ZERO, come il parere della American Academy of Pediatrics che vuole far credere alle Nazioni Unite che il mercurio è scientificamente sano per i nostri figli.

Annunci

Commenta per primo