Advertisements

Epidemia morbillo in Galles: il Parlamento inglese sbugiarda il Ministero della Salute

parliament_UKSembra che il Ministro della Salute britannico Earl Howe abbia inculcato nei media britannici l’idea che la colpa delle recenti epidemie di morbillo nel Regno Unito è del Dott. Andrew Wakefield. Tale concetto, più o meno romanzato, è ripreso anche da qualche pappagallo nostrano in svariate sedi.

Anche in una piccola regione del Regno Unito, dove i casi di morbillo sono stati pochissimi, i media britannici hanno fatto un grande clamore e i pappagalli nostrani hanno starnazzato scandalizzati.

In realtà, come descritto nell’articolo Epidemia morbillo in Galles: The Independent svela i retroscena, le persone da biasimare sono i Dirigenti del Dipartimento della Sanità e in particolare il Direttore del Programma di Immunizzazione, Professor David Salisbury, e il Ministro della Salute Earl Howe che il 26 febbraio 2013 in una discussione al Parlamento, alla domanda su quale è il motivo del recente aumento del numero di casi di morbillo, ha risposto che è dovuto alla riduzione della copertura del vaccino MMR avvenuta dieci anni prima.

Così i media hanno affermato che i focolai sono il risultato dell’allarme causato da Andrew Wakefield con la pubblicazione di uno studio avvenuta più di 14 anni fa. L’articolo pubblicato su The Lancet nel febbraio 1998 infatti ha instaurato nei genitori e in alcuni medici la convinzione che il vaccino MMR causa l’Autismo.

Il Ministro Howe, in relazione ai casi riferiti recentemente e al 2012, ha specificato che la percentuale più elevata di casi di morbillo si è verificata nei bambini sotto i cinque anni di età, e che solo

una minoranza di casi nel 2012 può essere attribuita al calo della copertura vaccinale e che la percentuale di soggetti vaccinati con MMR è attualmente a livelli storicamente elevati“.

Salute: domanda Inviata da Lord Taylor of Warwick Hansard Martedì 26 Feb 2013: Colonna WA296 Vol. 743 Parte: 116 in merito al morbillo

Il Ministero della Sanità britannico sta quindi raccogliendo i frutti del fallimento della campagne di vaccinazione con MMR; l’inefficacia del vaccino contro il morbillo non è nuova e sarà destinata ad aumentare nel corso degli anni. Il vaccino MPR non è efficace ma il Dipartimento della Sanità e in particolare il Professor Salisbury [seguiti a ruota dai ripetitori nostrani] cerca di dare la colpa dell’epidemia al Dottor Andrew Wakefield e ad eventi storici di oltre 14 anni fa, che la maggior parte delle persone sembrano avere dimenticato.

La scelta più saggia per il Dipartimento della Salute britannico sarebbe stata utilizzare il vaccino singolo fino a quando la questione non fosse stata chiarita. La norma giuridica nel diritto comunitario inglese prevede di applicare il “principio di precauzione”, invece il Dipartimento ha disposto il ritiro immediato di tutti i vaccini singoli. Inoltre non sono state adottate tutte le misure per trovare delle cure efficaci per i bambini che hanno contratto ugualmente il morbillo pur essendo stati vaccinati.

In Gran Bretagna, ci sono stati storicamente focolai di morbillo in popolazioni altamente vaccinate. Per esempio:

I fallimenti del vaccino per il morbillo sono più comuni di quanto si pensi, il livello di copertura scende soprattutto nei soggetti vaccinati da tempo nella prima infanzia e tra i ri-vaccinati. Il calo dell’immunità  si verifica anche tra gli individui vaccinati a 15 mesi di età, e senza l’effetto potenziamento delle infezioni naturali dovrebbe essere considerata una possibilità rilevante nella pianificazione futura della vaccinazione contro il morbillo.

Tra gli adolescenti vaccinati in giovane età è stato riscontrato un calo delle IgG ad indicare che il vaccino non è efficace nel tempo:    Epidemiology and Infection Aprile 2000124:02; 263-271 Cambridge University Press

Lo scandalo del ventunesimo secolo è che non abbiamo alcun trattamento efficace per il morbillo, nessuna medicina! Né per altre malattie infantili di base. Una conseguenza molto grave è che i bambini del terzo mondo sono morti a milioni nel corso degli anni, nonostante i vaccini, ma se i trattamenti esistessero ci sarebbe stata una possibilità di salvare quelle vite. E naturalmente, non abbiamo alcun trattamento se non permettere ai nostri bambini di contrarre il morbillo pur avendo ricevuto la vaccinazione.

Questo è tutto, perché l’industria farmaceutica è troppo occupata a speculare sulle malattie vendendo farmaci per il trattamento delle condizioni croniche a lungo termine del sistema immunitario causate da vaccini come l’asma, il lupus, il diabete, l’autismo e tante altre. Perché abbiamo responsabili sanitari che ignorano deliberatamente la questione e perché i Politici e le Organizzazioni caritatevoli come l’UNICEF sono così corrotti dalle compagnie farmaceutiche che distribuiscono i vaccini, come se ci fosse un domani assicurato – e, purtroppo per molti bambini del terzo mondo in questione – a causa di questo approccio – un domani assicurato non c’è.

Advertisements

News in Pictures

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: