Annunci

Un vaccino per l’autismo

130424112309-largeI nostri decisori dell’UE proseguono a ignorare che a causa delle schedule vaccinali infantili impazzite e la assoluta scarsezza di studi contro il placebo e il carente apparato di vaccino vigilanza, non potranno mai più rispondere in maniera probabilistica ai quesiti sulla relazione fra vaccino X e variabile Y.

Tutto ciò fa il gioco dei venditori di pozioni e dei loro cattivi maestri e non certo dei genitori né di chi deve vaccinare il bambino che, ultimamente, è sempre più vicino alla crisi isterica di fronte alla marea montante del fronte del NO.

Le finestre temporali di “non vaccinazione” nella vita dei bambini si stanno assottigliando pericolosamente fino a scomparire, causando le inevitabili recrudescenze epidemiche cui stiamo assistendo e per le quali fioccano promozioni vaccinali a sconti da ipermercato. Ci si rende conto di questo apparato vendite, da nord a sud, leggendo un qualsiasi opuscolo informativo rilasciato dalle ASL.

Si metta poi sul piatto la registrazione di vaccini “sperimentati” su poche decine di bambini e adulti, la “segretezza” dell’EMEA sui dati, ed ecco spiegata questa ulteriore presa in giro: il primo vaccino per l’autismo!

Un vaccino per l’autismo è l’espressione della cecità della medicina che deve trovare un farmaco per ogni sintomo, non si cura più della persona nella sua interezza, non considera più la visione olistica della persona, e si riesce a vendere moltissimo.

Da un lato si prosegue a screditare medici e genitori che hanno compreso il grande danno occorso a un’intera generazione di bambini, devastati nel cervello e nell’intestino [il secondo cervello, per la scienza!], e proseguiranno a denunciarlo senza indugio, paura né timore di certe Istituzioni asservite a Big Pharma o caproni patentati dal titolo di “opinion leader”.

Ci vorranno 10 anni per mettere in commercio questo primo vaccino, vi saranno associazioni asservite che “venderanno” i bambini dei loro iscritti alla sperimentazione farmacologica, pena l’esclusione dall’associazione e perdita di qualunque diritto alle cure sponsorizzate, in cambio di visibilità territoriale e politica.

Infine è bene sapere che stanno preparando altri vaccini ancora: uno per ogni ceppo di batteri  intestinali.

Questo è solo l’inizio, siamo stati diplomatici a non scrivere “PRESA PER IL CULO“, e state certi che assisteremo alla proliferazione di tanti gonzi che proporranno di curare i bambini con lo stesso metodo che ha contribuito a rovinarli.

Annunci

News in Pictures

1 Commento su Un vaccino per l’autismo

  1. I sintomi autistici sono causati da problemi intestinali.
    I vaccini causano problemi intestinali.
    Stanno forse ammettendo indirettamente che il Dr. Wakefield aveva ragione?

    Inoltre, se non esistono cure per questa patologia come è possibile offrire un vaccino?
    Se offrono un vaccino significa che hanno trovato la causa della patologia e la tengono nascosta, altrimenti non ci si spiega come è possibile proporre un rimedio per una patologia della quale non si conosce la causa!

    Complimenti alla Scienza Work In Progress!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: