Medicina Omeopatica: alcune OSServazioni

scansione quotidiano "Trentino"Senza stupore ma con tristezza ho letto l’invettiva di tale prof. Oss sul tema della medicina omeopatica. Cliccando sulla fotografia allegata qui a sinistra è possibile leggere l’intero articolo apparso lo scorso 27 giugno sul quotidiano Trentino.

Non poco di ciò che questo didatta scrive è oggettivamente vero, a partire dall’incompetenza dei politici per finire al disastro delle nostre università, sempre più protagoniste di retrocessioni nelle classifiche mondiali. Temo che proprio il prof. Oss possa costituire un esempio eccellente di questa non certo brillante situazione: un docente di Fisica didattica di un’università difficilmente reperibile nelle classifiche che riportano università di ogni paese pontifica su argomenti di cui non ha evidentemente conoscenza. Il che è un peccato, perché la medicina omeopatica meriterebbe altri accusatori, quanto meno preparati e autori di ricerche sul campo.

Al di là di una spocchia che non ci fa onore, del funzionamento dell’organismo umano noi sappiamo ben poco e così di argomenti apparentemente molto più semplici come, ad esempio, la memoria dell’acqua citata come bestemmia dal prof. Oss. Tanto per informazione, dell’argomento si occupano da anni fisici ricercatori del CNR che conosco personalmente e i cui risultati, risultati ottenuti applicando il più rigoroso metodo scientifico, sono di grande interesse.

Tornando all’omeopatia, le sperimentazioni sui farmaci si fanno da che sperimentazione codificata esiste con un metodo, quello del doppio cieco, relativamente rozzo, ma di cui, al momento almeno, non esiste alternativa praticabile. La sua scientificità è, tutto sommato, modesta, ma tant’è. Comunque sia, in campo scientifico invale l’uso di condurre esperimenti e di presentarli ai colleghi i quali li discuteranno e, a loro volta, presenteranno i loro per un confronto. Chi di questo ha esperienza sa che i risultati non sono mai assoluti, e questo per l’estrema complessità dell’uomo. Per spiegarmi in modo semplice, un esperimento biologico eseguito con rigore scientifico su esseri unicellulari darà risultati sempre uguali ma, mano a mano che il soggetto dell’esperimento introduce elementi di complessità, da mono- a pluricellulare e via via su fino all’uomo, i risultati diventano sempre meno uguali a loro stessi. Basti pensare ai placebo citati dal prof. Oss e ai loro risultati benefici apparentemente stupefacenti e fare mente locale, tra le mille ed una variabile, sull’omeostasi, cioè la proprietà di tutti gli esseri viventi di tendere a riportarsi ad uno stato di salute a seguito di un attacco patogeno.

Comunque, sia, la medicina non è una scienza come è intesa dagli epistemologi rigorosi e, in fondo, in medicina è pragmaticamente buono ciò che porta al risultato desiderato. Godendo, grazie al cielo, di ottima salute, io non ho occasione di usare farmaci allopatici o omeopatici che siano, ma non esiterei a rivolgermi all’omeopatia se questa mi aiutasse a guarire da una malattia. Mi chiedo per quale ragione non dovrei farlo, se non altro considerando anche il fatto che i farmaci allopatici, tutti, nessuno escluso, comportano effetti collaterali non troppo raramente più gravi della patologia che sono chiamati a combattere. Le mie analisi sui vaccini, ad esempio, ne sono una testimonianza indiscutibile e indiscussa.

Per finire, lasciando ovviamente tutta la libertà del mondo a questo prof. Oss fino a trattare argomenti su cui non ha evidentemente conoscenza, invito i lettori a considerarne le esternazioni per quello che valgono le opinioni di un non addetto ai lavori.

Dott. Stefano Montanari

Direttore laboratorio Nanodiagnostics

Modena

News in Pictures

  • trump-kennedy
  • sierogruppi-men-mondo
  • policlinico-gemelli
  • crack sanità
  • ilva
  • vaccinarsi-in-gravidanza
  • vaccinarsi-in-gravidanza

2 Commenti su Medicina Omeopatica: alcune OSServazioni

  1. I ricercatori del CNR di Bologna che studiano la memoria dell’acqua sono il dott. Fabrizio Odorici e la dott.ssa Luciana Malferrari.

  2. Semplice, preciso e diretto al punto. Sarebbe utile avere almeno l’indicazione degli studi fatti dai fisici ricercatori del CNR, in modo da poterli ricercare. Grazie

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: