GIAPPONE: le vittime dei vaccini HPV chiedono di fermare il programma vaccinale

japan_hpv
I membri di un gruppo di sostegno per le persone danneggiate dai vaccini HPV hanno incontrato i giornalisti a Tokyo dopo aver inoltrato formale richiesta al governo di porre fine al programma vaccinale

Adolescenti danneggiate o rese disabili dai vaccini contro HPV [papilloma virus umano] stanno intensificando gli sforzi per porre fine in modo permanente al programma di sovvenzioni del governo per la promozione di Cervarix e Gardasil.

Venerdì scorso, otto ragazze, accompagnate dai loro genitori, hanno richiesto l’intervento del Ministro della Salute Norihisa Tamura.

Le studentesse di età compresa tra 14 e 18 anni – di cui quattro paralizzate in sedia a rotelle – ed i loro genitori sono membri della Associazione Nazionale delle Vittime dei Vaccini contro il cancro della cervice uterina.

L’Associazione ha consegnato cinque petizioni durante un incontro tenutosi presso il Ministero della Sanità, e la richiesta di abolizione del programma di vaccinazione era in cima alla lista.

Le altre petizioni includevano richieste per identificare la causa degli effetti collaterali e trovare rimedi terapeutici. Gli effetti collaterali segnalati variano da convulsioni, crisi epilettiche, forti mal di testa e paralisi anche parziali.

Come già ampiamente descritto, lo scorso 14 giugno, il Ministero della Salute giapponese aveva deciso di ritirare la sua raccomandazione a favore della vaccinazione contro il Papilloma Virus [HPV] dopo centinaia di segnalazioni in merito agli effetti collaterali.

Annunci

Commenta per primo