Advertisements

Regno Unito: giovane autistico privato a vita dei suoi denti sani

Nel 2005 in Gran Bretagna è stato approvato il Mental Capacity Act che ha istituito un quadro giuridico per i soggetti incapaci di prendere decisioni in modo autonomo e per la dichiarazione anticipata di volontà [ovvero, testamento biologico] per il caso di sopravvenienza di incapacità.

L’Act richiede, affinché la dichiarazione anticipata di volontà abbia valore in relazione alle cure che il personale medico ritenga necessarie per il mantenimento in vita, che essa sia redatta in forma scritta e che venga firmata in presenza di testimoni, nonché sottoscritta dalla persona incaricata [in base all’atto medesimo] di rappresentare il soggetto nell’ipotesi di sopravvenienza di incapacità.

Nella dichiarazione occorre in ogni caso specificare quali tipi di trattamento s’intendano rifiutare. La dichiarazione è in qualsiasi momento modificabile o revocabile. Essa deve essere rispettata dai sanitari come se fosse espressa dalla persona interessata nel pieno delle sue facoltà.

court-of-protectionIl Mental Capacity Act pone anche alcuni limiti alla possibilità di negare in via anticipata il consenso a cure mediche. Tra l’altro, non è ammesso dichiarare anticipatamente il rifiuto di cure di base [per es. essere riscaldato, curato, nutrito e idratato non artificialmente] o il rifiuto [qualora il caso ricada nelle previsioni del Mental Health Act] di ricevere cure per una malattia mentale. La dichiarazione anticipata può, invece, efficacemente negare il consenso all’alimentazione ed idratazione artificiali.

Un controverso “Tribunale a porte chiuse”, riconosciuto dal Mental Capacity Act, è costituito dalla Court of Protection che prende decisioni e nomina tutori delegati ad agire in nome e per conto di persone che non sono in grado di prendere decisioni in merito alla loro salute personale, alle questioni finanziare o al proprio benessere in generale.

La Court of Protection  è stata più volte criticata dai media britannici, e dalle associazioni a sostegno dei diritti civili, dopo che sono emersi casi di soggetti posti sotto tutela senza essere stati informati dei procedimenti emessi a loro carico. Emblematico è il caso occorso lo scorso dicembre a una donna italiana, sofferente di disturbi psichici, alla quale è stata sottratta la figlia dopo il parto cesareo.

Qualche giorno fa la Court of Protection ha nuovamente generato scandalo, acconsentendo a cagionare una disabilità a lungo termine ad un giovane ragazzo autistico al quale sono stati rimossi tutti i denti sani, indipendentemente dal fatto che nessun altro Tribunale o Giudice aveva indagato la situazione e successivamente approvato questa procedura. La controversa decisione è stata presa in gran segreto, a porte chiuse, esclusivamente per ordine degli operatori sanitari che hanno ritenuto necessario impedire al ragazzo qualunque forma di autolesionismo. Una decisione davvero orribile e priva di ogni senso logico, se consideriamo che esistono varie forme di autolesionismo.

L’operazione permanente ha posto il ragazzo nella condizione di alimentarsi per il resto della sua vita con alimenti liquidi, oppure vedersi costretto ad usare protesi per masticare cibi solidi.

Chi porta addosso l’etichetta di malato psichiatrico, per definizione crea sconcerto e fa paura; dovremmo invece essere spaventati dalla crescente disinformazione, dalla malafede, dalla deriva farmacologica e dalla deriva chirurgica che si prospetta per queste “persone”. Ricorderete infatti il caso del ragazzo autistico operato alle corde vocali perché urla troppo.

Avanti di questo passo troveremo qualche personaggio che, fedele alla storia del percorso distruttivo della Psichiatria, riproporrà  un’escalation di trattamenti sanitari violenti e criminali a danno dei più deboli.

Riproduzione riservata ©

Advertisements

News in Pictures

2 Commenti su Regno Unito: giovane autistico privato a vita dei suoi denti sani

  1. In seguito non si sono dati molto da fare per lei i dottori.Solo una blanda terapia di gruppo una sola volta alla settimana.Finchè ho dovuto ricorrere nel luglio 2013 ad una Dottoressa privata veramente brava.Mia figlia è tutt’ora invalida al 100%,non le hanno però concesso l’accompagnamento.Per cui il papà suo che fa il cameriere in un ristorante e a luglio,tra l’altro era rimasto senza lavoro,ha dovuto fare i salti mortali per pagare questa Santa Dottoressa.Ora per avere l’accompagnamento,ci hanno detto i dottori di sempre,che nostra figlia tredicenne,ha bisogno di una nuova relazione per avere l’aggravamento per l’accompagnamento e deve presentarsi il giorno 13/01/2014 all’Ospedale ore 15,30.Da parte mia ho già detto ai dottori che Valentina,in quell’occasione,non la lasceremo un solo attimo da sola,perchè non ci fidiamo e soprattutto perchè è minorenne.Avrei tanto bisogno che qualcuno di voi mi fosse vicino.Le preoccupazioni sono tante……Grazie di❤️.Vorrei anche rendere pubblico tutto quello che è successo,per fare in modo che altri bambini non passino tutto quello che ha passato Valentina.Dentro di me ho la profonda convinzione che siano stati i vaccini obbligatori fatti nei primi mesi di vita,tanto e vero che le è stato sconsigliato qualsiasi tipo di vaccino,ora.La mamma di Valentina.

  2. Sono inorridita da tutto ciò!Lo domando a voi,cosa possiamo fare per i nostri figli?Io ho una figlia di 13 anni,che nell’aprile 2012 ha sfiorato la morte per un farmaco,il Risperdal.Ha avuto una malattia oscura di nome Pres.Ad oggi non stà ancora psicologicamente per niente bene.A due anni e mezzo le fù diagnosticato una gravissima forma Autistica.A dieci anni mi dissero che era completamente guarita dallo spettro autistico,e dopo poco mi dissero che era entrata nella Bipolarità.È per questo che i dottori mi dissero”Si fidi di noi signora le somministri il Risperdal e il Serenase,altrimenti se non prende la bambina questi farmaci,da grande dovrà prenderli per tutta la vita”.Non essendo io una dottoressa mi sono fidata di loro.Risultato….mia figlia,sta ancora male ed è stata in coma indotto per 5 giorni.Ha visto la Madonna in quei giorni che era più di là che di qua,che molto probabilmente nella sua immensa Misericordia ha interceduto per lei,perchè a quanto ho capito io,sarebbe diventata psicofarmaco dipendente.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: