Portogallo: vaccino Infanrix Tetra sospeso a seguito di reazioni avverse

In questi giorni assistiamo al tam tam mediatico che ci ricorda come “i vaccini sono sicuri ed efficaci“. Sarà che qualche dubbio noi ce lo poniamo da sempre in merito a quest’affermazione azzardata, e guarda caso ci giunge notizia che le autorità  anitarie portoghesi hanno deciso di sospendere la somministrazione del vaccino Infanrix Tetra a seguito di gravi reazioni avverse in tre bambini.

Coincidenza, Infanrix Tetra è lo stesso vaccino che fu soggetto all’attenzione delle autorità sanitarie francesi nell’ottobre 2012 quando fu adottata parallelamente una sospensione cautelativa del vaccino esavalente Infanrix Hexa in 19 paesi al mondo.

Giovedì scorso, la Infarmed portoghese ha ricevuto segnalazioni di tre casi di reazione avversa al vaccino Infanrix Tetrautilizzato per stimolare l’immunizzazione contro difterite, tetanopertosse acellulare e poliomielite nei bambini di età compresa tra 16 mesi e 13 anni. 

I bambini avrebbero accusato dolori severi, con braccia molto gonfie a distanza di 48 ore dalla somministrazione del vaccino, inducendo la Infarmed a rilasciare un comunicato di sospensione per ogni ulteriore somministrazione del vaccino Infanrix Tetra, lotto n. AC20B268AB, in scadenza al 31-07-2015.

Infarmed ha aggiunto che la partita è stata ormai ritirata e sarà oggetto di analisi, ma ha invitato tutti i genitori, tutori e operatori sanitari, a segnalare qualsiasi effetto secondario che si verifica 2-3 giorni dopo la vaccinazione.

In Italia, questa combinazione tetravalente contro difterite, tetano, pertosse acellulare [a 3 antigeni] e poliomielite, è conosciuta col nome commerciale di Polioinfanrix e trova appunto indicazione per la vaccinazione di richiamo [booster] nei soggetti dai 16 mesi ai 13 anni di età [inclusi].

 

Riproduzione riservata ©

Annunci

2 Commenti