Annunci

Vaccinazione antimeningococco B rifiutata negli Stati Uniti

Il Comitato Consultivo per l’Immunizzazione [ACIP] dei Centers for Disease Control [CDC] riunitosi lo scorso 24 giugno ha votato sorprendentemente contro la raccomandazione universale per il vaccino contro la meningite da sierogruppo B. Questo vaccino è stato recentemente approvato dalla Food & Drug Administration [FDA] per l’uso negli adolescenti e nei giovani adulti.

Le attuali indicazioni universali per i vaccini includono l’incidenza della malattia e la garanzia di beneficio per un gran numero di bambini e adulti. Ma, se il vaccino non soddisfa queste indicazioni può non essere raccomandato universalmente.

Dai dati presentati nel corso della riunione è emerso che una raccomandazione universale non era giustificata né conveniente. Tuttavia, l’ACIP ha concesso l’uso del vaccino da parte dei medici esclusivamente su richiesta del paziente al fine di eliminare le disuguaglianze economiche e di accesso alle prestazioni sanitarie.

L’incidenza del meningococco di tipo B è molto bassa negli Stati Uniti

Il CDC riporta come rara l’incidenza della malattia meningococcica invasiva negli Stati Uniti; i casi vanno da 800 a 1.200 ogni anno, di cui solo un terzo è attribuibile al sierogruppo B. Circa la metà, o 100-200 casi, di malattia da meningococco di sierogruppo B negli Stati Uniti si verificano in bambini troppo piccoli per ricevere il vaccino MenB.. [Rif. 1 ; Rif. 2 Trumenba ; Rif. 3 Bexsero]

Durante l’incontro, la presentazione del CDC ha osservato che l’incidenza per tutti i sierogruppi meningococcici negli Stati Uniti è ai minimi storici, e continua a diminuire nonostante l’inferiore richiesta vaccinale, il che significa che la diminuzione dei casi da sierogruppo B non può essere attribuita al vaccino.

Esiste un’immunità comunitaria per la malattia meningococcica

La ricerca mostra che circa il 20 al 40% degli americani sono portatori asintomatici di meningococco. Questa colonizzazione aumenta l’immunità individuale innata alle infezioni invasive da meningococco per tutta la vita. Per esempio, i neonati sono protetti per i primi mesi di vita da parte del trasferimento di anticorpi materni da madri immuni, fino a che non possono fare uso dei loro anticorpi [pagine 3 e 4].

Le preoccupazioni espresse dai membri ACIP in merito alla sicurezza

Durante la discussione riguardante i vaccini contro il MenB, i membri del comitato hanno espresso preoccupazione relativa alle segnalazioni di eventi avversi correlati alla artrite reumatoide, alle tiroiditi e alle reazioni anafilattiche. Altri membri del comitato hanno espresso preoccupazioni simili e il Presidente ha notato che la sicurezza era stata comunque valutata al momento del rilascio di autorizzazioni del vaccino da parte della FD. Non è chiaro se saranno forniti dati aggiuntivi in risposta a queste preoccupazioni.

La raccomandazione universale è costosa e non giustificata

Un’analisi costo-efficacia pubblicata dal CDC nel 2000 ha rivelato che l’uso universale di vaccini anti-meningococcici, destinati alle matricole dei college, sarebbe molto costoso e poco conveniente.

Anche se questo rapporto del CDC è stato rilasciato prima delle autorizzazioni all’uso di vaccini MenB negli Stati Uniti, i dati di costo-efficacia presentati nel corso dell’ultima riunione ACIP hanno riconfermato che la raccomandazione universale non sarebbe giustificata.

Come siamo messi in Italia?

La somministrazione del vaccino antimeningococco è eseguita in modo difforme, per tutti i vari sierogruppi, in tutte le regioni d’Italia.

A parte le malattie invasive, i meningococchi, come abbiamo già spiegato più volte, sono comuni abitanti delle vie aeree superiori in un buon numero di bambini. E, ripetiamo, la frequenza dei casi di meningite e sepsi meningococcica nelle varie regioni italiane rientra negli ultimi anni, non certo per meriti vaccinali, nelle medie storiche stagionali a tal punto che non presenta alcun fenomeno allarmante come i venditori di vaccini vogliono far apparire.

incidenza_meningococco

Confrontando poi nei dettagli i dati italiani con altri Paesi europei, attraverso i canali europei della Commissione per la Sorveglianza delle Malattie Infettive, emerge che l’incidenza della meningite meningococcica nel nostro Paese rientra nella fascia più bassa con meno di 1 caso ogni 100.000 abitanti.

Ricordiamo infine che questo vaccino è stato approvato per l’Europa senza possedere le garanzie tecniche di “efficacy” ed “effectiveness“, supportata dal fatto che il foglietto illustrativo riporta immediatamente in apertura il triangolino nero riservato a farmaci osservati speciali e ci avvisa, indirettamente, che è in atto una “sperimentazione in vivo” sulla massa, alla ricerca della rapida identificazione di nuove informazioni sulla sicurezza.

Bexsero_bugiardino

  Riproduzione riservata ©

Annunci

News in Pictures

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: