Annunci

Vaccinazioni e gravidanza

Le più antiche culture, secoli fa, hanno messo in essere numerosi strumenti di protezione della gravidanza.

La medicina ayurvedica afferma che tutto ciò che la donna gravida percepisce con i sensi deve essere rivolto a nutrire il feto, in senso lato.
Quindi tutto quel che la donna gravida vede, tocca, annusa, mangia, beve, ascolta, si trasforma in nutrimento per il bambino che si sta formando.
Per questo motivo ci sono precise prescrizioni per mantenere la donna gravida in uno stato di equilibrio mentale, emozionale, fisico, ambientale oltre che nutrizionale. Si raccomanda che le future mamme siano mantenute in un ambiente familiare affettuoso e allietate da buona musica, buon cibo, esposte ad aromi preziosi e coccolate con massaggi di oli salutari.

La medicina tibetana prescrive comportamenti assai protettivi della donna gravida in quanto il comportamento della futura mamma condiziona la costituzione del nascituro. Infatti, durante la vita embrionale si sviluppano i tre sistemi energetici, con la formazione di un canale principale che parte dall’ombelico e si dirama in tre parti:

  1. La prima parte va verso l’alto e forma il cervello dove nasce il primo “veleno”, l’ignoranza o ottusità mentale che corrisponde all’umore Flemma.
  2. La seconda parte si dirige verso la zona mediana del corpo, verso il fegato che è collegato all’umore Bile ed è in relazione con l’odio.
  3. La terza parte raggiunge la parte bassa del corpo, gli organi genitali che generano il desiderio sessuale e rappresentano l’umore Vento.

La costituzione del nascituro e, quindi, la sua reattività all’ambiente, dipenderà dalla prevalenza di uno o più umori.

Le donne gravide vanno tenute protette, di buon umore e ben nutrite. Esistono pratiche motorie specifiche per aiutare il buon sviluppo fetale e mantra dedicati alla gravidanza e alla preparazione alla nascita.

Anche l’omeopatia ottocentesca prevede una serie di prescrizioni e rimedi specifici per proteggere ogni tappa dello sviluppo embrionario e fetale e per sostenere le specifiche debolezze costituzionali della madre.

Ma, qui ed ora, ora che in poche ore copriamo distanze che un tempo richiedevano viaggi perigliosi di mesi e anni, ora che sorvoliamo gli oceani e chiacchieriamo con umani che vivono in stazioni spaziali, ora che abbiano gli anestetici, gli antibiotici e la chirurgia in narcosi, come vengono protette le donne gravide nei nostri “sviluppati paesi Occidentali”?

Dando loro cattive notizie e preoccupazioni perché avere un bambino può significare perdere il lavoro o essere degradate, esponendole ad ogni sorta di veleni ambientali, persino consigliando il mercuriale pesce “sano”, la soia al glifosato, l’acqua potabile all’uranio, imponendo loro di non assumere “medicine”, con ciò intendendo soprattutto le vitamine, escluso l’acido folico, costringendole a soffrire il mal di denti o l’emicrania senza prendere nemmeno un blando analgesico, ma forzandole a farsi iniettare dei vaccini anti-infettivi ossia farmaci immuno-attivi e pro-infiammatori, zeppi di veleni.

Le disoneste falsità delle Istituzioni preposte alla salute pubblica che spaventano la popolazione segnalando epidemie inesistenti e inventando rischi fasulli sono stomachevoli. Esse hanno il controllo di giornali e televisioni pubbliche, di Asl e medici di territorio, e tacitano facilmente le voci contrarie. I vaccini non sono farmaci per la gravidanza né sono stati testati sulle gravide, sull’embrione e sul feto.

In Italia, inutile farsi illusioni, non c’è nessun soggetto politico che protegga la popolazione dall’incombente rovina sanitaria, e non mi riferisco all’azzeramento rapidamente progressivo dei servizi erogati del Sistema Sanitario Nazionale, bensì a ciò che comporta l’impoverimento generale: malnutrizione e malattie secondarie, perdita della casa e vita per strada, impossibilità a curarsi privatamente, rinuncia a farmaci e terapie.

Tornerà la Tubercolosi ma non per gli immigrati, la durata della vita media si ridurrà ulteriormente, e aumenterà il numero dei giovani disabili. E’ probabile che dopo averli usati come cavie per la sperimentazione dei farmaci trovino il modo di applicare loro una sorta di eutanasia: basta inserirla in qualche comma del “dopo di noi”.

Solo il buon senso di chi ancora sa ragionare con la propria testa e la diffusione delle informazioni oneste sul web, finchè ne consentiranno l’esistenza, potranno mantenere aperto lo squarcio nella cortina di questa moderna dittatura.

 

Riproduzione riservata ©

Annunci

News in Pictures

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: