Sara non vuole essere vaccinata

SaraL’idea del libro “Sara non vuole essere vaccinata” è nata quando, recandomi da un pediatra, ho tenuto tra le mani un libro per bambini che voleva far passare l’idea che le siringhe (e quindi i vaccini) sono innocue e che i vaccini sono qualcosa di assolutamente normale.

In qualità di autore di diverse pubblicazioni critiche rispetto alla pratica vaccinale, volevo creare un contraltare a quel libro ma anche e a tutti gli altri libri per bambini che trattavano questo argomento. Alla fine credo credo di aver gettato un po’ di luce sull’approccio critico alla questione.

Dato che le discussioni sulle vaccinazioni sono in effetti molto controverse sia nei media che in generale nella società, ero perfettamente consapevole che il libro avrebbe ricevuto molte critiche. Non erano solo critiche o semplici resistenze, mi sono trovato di fatto in un vero e proprio ginepraio. Su internet sono state lanciate campagne denigratorie, tanto che Amazon si è visto “arrivare” ben 40 recensioni.

Il mio libro vuole incoraggiare i bambini ed i ragazzi a fare domande sui vaccini ai propri genitori; offre molte occasioni visto che la storia affronta questioni importanti, rendendole adatte ai piccoli lettori e, alla fine, c’e’ una piccola sezione che parla anche del morbillo che è un po’ il protagonista della storia.

Sara non vuole essere vaccinata” è stato meravigliosamente illustrato da Alena Ryazanova, un’artista che ci ha già incantato con i suoi disegni nel libro “Vivere senza vaccini

Di cosa parla il libro? Parla di Sarah, che non vede l’ora di partecipare alla gita con gli Scout. Ma c’è un problema: non ha il libretto vaccinale perché non è mai stata vaccinata e non verrà vaccinata per questo. Potrà partecipare ugualmente a questo evento o dovrà rinunciare e rimanere a casa?

Buona lettura!

Andreas Bachmair
logo_vaccineinjury

 

Annunci

Commenta per primo