Advertisements

È evidente: Big Pharma annaspa.

I segnali di debolezza sono ormai chiari: mandare allo sbaraglio personaggi prima come Susanna Esposito con tutti i suoi conflitti d’interesse controllabili da chiunque e poi come Roberto Burioni significa essere alla frutta.

Presentare come esperta sui vaccini Maria Antonietta Farina vedova Coscioni (ha studiato economia aziendale) equivale in tutto e per tutto a presentare come pari esperto Mario Balotelli.

Ricorrere ai servigi di untuosi intrattenitori televisivi e radiofonici è solo l’ennesima conferma.

Sulla ministra della salute, miracolosamente seduta in parlamento senza il conforto costituzionale di un solo voto e con una cultura specifica molto sotto zero perché tutto quello che crede di sapere è falso, preferisco non esprimermi per pietà.

In definitiva, una squadra di disperati.

La punta di diamante di Big Pharma delle ultime settimane, ormai dovunque come il prezzemolo, è tale professor Roberto Burioni, universitario che ha al suo attivo il nulla più assoluto se i vaccini vanno considerati dal punto di vista scientifico.

Inutile girare ipocritamente intorno alla questione: il professor Burioni è un perfetto incompetente che sparacchia frottole a non finire, frottole certificabili come tali senza alcuna difficoltà se solo si hanno cinque minuti di tempo per controllare, partendo dalla vaccinazione esavalente gabellata per obbligatoria all’assenza di mercurio nei vaccini quando basta leggere ciò che compare nella lista degl’ingredienti stampata sulla confezione di diversi di essi.

Sarebbero sufficienti questi due svarioni perpetuati da recidivo per accompagnare alla porta il personaggio evidentemente estraneo come risulta essere alla materia. E, invece, a mio parere ingenuamente perché la gente non è poi tutta stupida, si continua imperterriti ad ospitarlo da protagonista ormai immancabile in ogni trasmissione radio o TV sull’argomento. Per quelle esibizioni Burioni è sempre disponibile senza nemmeno accorgersi della figura che ci rimedia, almeno presso chi di vaccini qualcosa sa.

Di Burioni non è buffa solo l’incompetenza: è la logica ad emergere.

Secondo il personaggio, il fatto che la Terra sia rotonda e la benzina infiammabile è prova del fatto che i vaccini non causino autismo. Dire che i freni delle automobili sono dannosi è la dimostrazione che i vaccini non lo sono. Io sarei un centometrista che afferma di correre fortissimo ma non permette di essere cronometrato. Magari qualcuno sa che sono i  cronometristi a non voler cronometrare, ma su questo il professore, carattere che avrebbe suscitato la curiosità di Franz Kafka, preferisce glissare.

Si potrebbe continuare, ma non voglio annoiare chi è arrivato fin qui a leggermi. Chi ha voglia di farsi un paio di risate, comunque, cerchi i video con cui Burioni intasa Internet e troverà ciò che cerca.

Non è mia intenzione sottolineare qui tutte le voragini, le fandonie e le assurdità partorite in modo ripetitivo da Burioni che non ha nemmeno l’accortezza di correggersi quando le sue sbrodolature diventano imbarazzanti.

Voglio solo invitarlo a lasciare da un canto le chiacchiere anche se queste accarezzano la sua infantile vanità trasformandolo in una star ricercatissima e a venire con me ad analizzare un po’ di vaccini. Poi vedremo.

Se non troveremo niente a differenza dei risultati costanti dell’ultima dozzina di anni, significherà che per dodici anni siamo stati vittime di miraggi. Se, invece, continueremo a trovarci ferraglia, il professor Burioni dovrà dimostrare che iniettare pezzi di materia solida, non biocompatibile e certamente estranea all’organismo, vedi mai, in un bambino di due mesi è cosa indifferente. Magari fa pure bene. A quel punto, non solo tanto di cappello ma Nobel assicurato.

Lo ripeto per l’ennesima volta a beneficio degl’idioti che continuano ad elencarmi tra gli “antivaccinisti”. Io pretendo solo chiarezza e, se questo equivale ad essere contro i vaccini, significa che c’è molto da nascondere.

 

Riproduzione riservata ©

Advertisements

News in Pictures

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: