Autismo da vaccino: la correlazione causale non potrà essere insabbiata per sempre

A riscontro dell’odierna notizia secondo cui la Corte di Cassazione ha bocciato la richiesta di indennizzo avanzata da una famiglia italiana che sostiene come il proprio figlio ha contratto una sindrome autistica a seguito del vaccino antipolio Sabin, più di cento famiglie francesi hanno deciso di intraprendere un’azione legale contro 4 laboratori farmaceutici, accusati di aver contribuito all’aumento di casi di autismo tra i bambini a causa delle vaccinazioni.

Fatto del tutto insolito per la Francia, questo nutrito gruppo di famiglie si presenterà nel prossimo mese di settembre dinanzi al Tribunale di Grande Istanza di Parigi [simile al Tribunale di primo grado italiano in materia civile] contro l’azienda farmaceutica francese Sanofi, le americane Pfizer e Eli Lilly, e l’inglese GlaxoSmithKline che – di fatto – è la promotrice del discusso decreto vaccini in Italia.

La causa è sostenuta da Martine Odile Bertella-Geffroy, ex Giudice della divisione di salute pubblica della Corte di Parigi, ora avvocato, che avrà un ruolo consultivo, e che ha affermato:

I numeri dei disturbi dello spettro autistico sono in costante aumento e potrebbero spiegarsi con l’eccesso di vaccinazioni. Dobbiamo indagare. Questo è solo l’inizio della nostra azione, perché non si fa nulla.

Prima firmataria di questa azione legale è Martine Ferguson-André, militante ecologista, membro della Commissione Sanità di Europa Ecologia-Verdi [EELV].

Come milioni di genitori al mondo, anche Martine Ferguson-André denuncia che suo figlio, Tom, è diventato autistico dopo aver ricevuto cinque vaccini all’età di dieci mesi.

La protesta si organizza anche su internet, con il lancio di appelli, e per il prossimo 9 settembre è prevista una manifestazione contro la decisione dell’attuale esecutivo di intraprendere la strada simile all’Italia, incuranti della recente decisione del Consiglio di Stato, per tentare di passare da 3 a 11 i vaccini obbligatori.

E’ davvero sempre più paradossale come milioni di genitori in tutto il mondo raccontano in modo preciso il calvario del proprio figlio, o della propria figlia, occorso a seguito delle numerose vaccinazioni inoculate, e le Istituzioni sanitarie preposte proseguono mostrarsi indifferenti, oltre che farsi promotrici, da almeno un lustro, di un’insabbiamento sistematico dei dati in possesso delle industrie farmaceutiche che documentano  la correlazione causale tra sindromi autistiche e vaccinazioni.

I vaccini causano l’autismo? Sì, lo affermano GlaxoSmithKline e EudraVigilance. Se l’autismo da vaccino fosse davvero una bufala, non avrebbe senso di risultare, per esempio, tra le reazioni avverse di tipo neurologico attribuibili al vaccino esavalente Infanrix Hexa. Invece, l’autismo e una serie di numerosi sintomi congruenti, è ben documentato nei report confidenziali e nelle tabelle della Farmacovigilanza europea.

Per questo motivo, il nostro invito è sempre lo stesso: diffidate dalle operazioni di marketing e da coloro che siedono contemporaneamente sulla poltrona della politica e di qualche consiglio d’amministrazione di un’industria farmaceutica.

Infine, ricordiamo che recentemente la Corte di Giustizia Europea, contro la Cassazione della Francia, ha sentenziato che é doveroso riconoscere il nesso causale tra vaccini e patologie ignote, anche se si tratta di un caso su un milione, ed anche se la scienza ufficiale lo nega.

 

Riproduzione riservata ©

Annunci

1 Commento

  1. Masssimo Montinari: medico chirurgo, specialista di chirurgia pediatrica, chirurgo d’urgenza e pronto soccorso, botossicologo, funzionario medico della Polizia di Stato, docente della neuroimmunogastroenterologia pediatrica dell’istituto Universitario Nicolauso, ecc. (titoli completi in questo link: https://www.youtube.com/watch?v=T-a-cEe4cys)
    Massimo Montinari dal 1996 denuncia tramite i “canali ufficiali” la correlazione tra vaccinazione e Autismo! Ospite della trasmissione “Don Chisciotte” (andata in onda il 30-Ott-2012) Massimo Montinari spiega in modo dettagliato come è arrivato alle sue conclusioni e come sia stato insabbiato il suo lavoro! Di seguito il link del video imperdibile della durata di 42 minuti da vedere dall’inizio alla fine: https://www.youtube.com/watch?v=yAEcGl1YEBg