CORONAVIRUS: morto Frank Plummer, direttore del laboratorio canadese sotto indagine

Frank Plummer, è morto lo scorso 4 febbraio 2020. Fatalità? Coincidenza? Non è compito nostro stabilirlo. Però, come accadde all’inizio dell’epidemia di Ebola nel luglio 2014, le motivazioni potrebbero essere le stesse che portarono all’assassinio di Glenn Thomas, autorevole consulente dell’OMS a Ginevra, ed anche lui grande esperto in HIV e, soprattutto, in virus Ebola.

Coincidenza vuole che Frank Plummer era il dirigente del laboratorio canadese di armi biologiche situato a Winnipeg. E come abbiamo già evidenziato più volte nei nostri precedenti articoli, nello specifico il nuovo Coronavirus, in cui sono stati trovati segmenti di HIV, sembra provenire dal laboratorio Winnipeg in Canada.

Il laboratorio canadese di armi biologiche con sede a Winnipeg è dunque sempre più al centro di indagini che riguardano la spedizione dei virus Ebola e Coronavirus in Cina. Infatti, a seguito di un torbido contenzioso tra ricercatori canadesi e cinesi, da una parte si accusa la Cina di aver rubato campioni di virus Ebola e Coronavirus da un laboratorio canadese di armi biologche e dall’altra si risponde che probabilmente sono stati gli stessi addetti del laboratorio canadese con sede in Cina ad aver messo in circolazione il nuovo Coronavirus.

Gary Kobinger, ricercatore di virus Ebola presso il laboratorio canadese di armi biologiche di Winnipeg, e l’addetto stampa Eric Morrisette, hanno confermato ai media che le spedizioni di campioni di virus Ebola e di Coronavirus in Cina sono avvenute seguendo i soliti protocolli. Però, si è poi scoperto che campioni di virus vivi di Ebola e di virus Henipa sono stati inviati in Cina su un volo commerciale Air Canada.

Henipavirus sono virus che albergano nei pipistrelli della frutta. Gli Henipavirus sono in grado di causare malattie zoonotiche, talora mortali, in un gran numero di ospiti, fra cui gli animali domestici e gli stessi esseri umani.

Frank Plummer era uno dei padri dello sviluppo del vaccino contro Ebola prodotto da Merck, ed è sempre bene ricordare che i risultati pubblicati su The Lancet nel 2015 in merito al vaccino contro Ebola affermano in modo inequivocabile che l’evento avverso più comune del vaccino è ……… Ebola!

Il nostro pensiero è che l’intensificarsi delle indagini sulle origini del nuovo Coranavirus, nonché le indagini a carico del laboratorio Winnipeg per pratiche illegali nella spedizione di virus letali verso il laboratorio cinese di Whuan, ha certamente causato il panico tra i “criminali globalisti”. Quest’ultimi potrebbero aver ucciso Frank Plummer perché ha giocato un ruolo chiave nella trama di Ebola e del nuovo Coronavirus, con la complicicità dei sopracitati Gary Kobinger [del laboratorio Winnipeg] e Tom Geisbert [del laboratorio Galveston, Texas] i quali hanno probabilmente sviluppato una versione aerea di questi virus.

Infatti, come riporta ABC News, il direttore dell’Ufficio della Scienza e della Politica Tecnologica della Casa Bianca [OSTP], in una lettera alle Accademie Nazionali di Scienze, Ingegneria e Medicina, ha chiesto agli esperti scientifici di esaminare “rapidamente” le origini del virus al fine di affrontare sia la diffusione attuale sia “informare la futura preparazione dell’epidemia e comprendere meglio gli aspetti di trasmissione animale / umana e ambientale dei Coronavirus“.

Ciò che sta emergendo dalle indagini suggerisce che il nuovo Coronavirus [COVID-19] è una “variante respiratoria” dell’HIV e di virus Ebola, che è stata ingegnerizzata dal laboratorio canadese di Winnipeg, che ha poi provveduto ad inviare campioni di virus vivi di Ebola e Coronavirus in Cina. Una volta giunti in Cina, questo Coronavirus è stato modificato e rilasciato volutamente dall’Istituto di Virologia di Wuhan, anche con l’aiuto dei partner di Wuhan del laboratorio Galveston con sede in Texas.

COVID-19 è stato quindi bioingegnerizzato per diventare una nuova malattia respiratoria ibrida come parte di una strategia dei “criminali globalisti”. Infatti, COVID-19 è una combinazione del virus dell’HIV, di cui Ebola è un ceppo più virulento, e il virus della polmonite. Lo sappiamo perché da più fonti ci riferiscono che COVID-19 può essere trattato con successo con farmaci utilizzati contro HIV, Ebola e farmaci antinfluenzali. Inoltre, ricordiamo a ragion di cronaca che dei ricercatori indiani hanno scoperto insoliti frammenti di HIV nel COVID-19, che ritengono [ragionevolmente] non essersi inseriti in modo naturale.

Questo virus ibrido è stato bioingegnerizzato per essere un’arma biologica più efficace. Consente la trasmissione da uomo a uomo nell’aria, un periodo di incubazione più lungo di 14 giorni per aumentare la diffusione e la minaccia, ma a scapito di una virulenza inferiore con un tasso di mortalità di appena ~ 2%.

Tuttavia, il tasso di mortalità può essere aumentato con l’introduzione di nuovi ibridi, ad esempio, di Ebola e [altra coincidenza accaduta in Cina] influenza aviaria.

A differenza di quanto è stato fatto credere inzialmente, i campioni di virus vivi trasferiti in Cina dal laboratorio Winnipeg, secondo i protocolli di routine, non sono stati rubati da spie cinesi. Sono stati inviati!

Ottenere i diritti di proprietà intellettuale e confrontare le informazioni sui virus in essi contenute con il Coronavirus in circolazione sarebbe utile, e potrebbe persino dimostrare l’inserimento di segmenti di virus HIV da parte del laboratorio dello stesso tipo trovato dai ricercatori indiani.

Il laboratorio Galveston ha forti legami con il laboratorio di Wuhan e il laboratorio di Winnipeg e gli scienziati chiave, tra cui Frank Plummer, hanno svolto un ruolo primario nello sviluppo del vaccino contro l’Ebola, prodotto da Merck, di cui abbiamo già scritto sopra.

Tom Geisbert, mentre l’Istituto di ricerca medica dell’esercito statunitense di malattie infettive, ha testato il vaccino contro Ebola in primati non umani, ha condotto il lavoro con il finanziamento del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Gary Kobinger ha assunto la direzione del team che studia gli agenti patogeni nel laboratorio canadese. Lui e il direttore del laboratorio, Frank Plummer hanno spinto fortemente per ottenere il vaccino con l’obiettivo di attivare una sperimentazione umana per portare avanti il loro progetto.

Il Tom Geisbert ha contribuito a creare il vaccino, chiamato rVSV-ZEBOV. Geisbert è professore di microbiologia e immunologia presso la University of Texas Medical Branch di Galveston [UTMB]. Lavora sui vaccini contro Ebola da circa 30 anni.

Coincidenza vuole che un campione di virus della febbre emorragica letale è scomparso dal laboratorio del Texas BSL 4 nel 2013. E il tipo di conoscenza nella necessità di far sparire i campioni da un laboratorio BSL4 in Texas, contribuirebbe ad alimentare il sospetto che la fuoriuscita del materiale Coronavirus dal laboratorio BSL4 di Wuhan è stata attuata volutamente. E il nostro pensiero è che si siano infiltrati “globalisti” nel laboratorio di Wuhan.

Non sembra che il Coronavirus si trasformi di per sé in un virus più letale. Ma questi “criminali globalisti” possono promuovere la virulenza del Coronavirus facendo circolare simultaneamente l’Ebola e l’influenza aviaria, cosa che consentirebbe a un ibrido bioingegnerizzato di tutti e tre i virus di essere somministrato nei vaccini di emergenza con lo scopo di creare un virus ancor più letale e trasmissibile, mentre costoro affermerebbero che l’ibrido è emerso naturalmente. Un ceppo più virulento fornirebbe la giustificazione per misure draconiane di quarantena, legge marziale e vaccinazioni forzate.

Il Coronaviruspotrebbe non cambiare [geneticamente] affatto” in un modo che altera la funzione, ha affermato il biologo Andrew Rambaut dell’Università di Edimburgo, che ha analizzato i genomi del 2019-nCoV da decine di pazienti. Si sta già trasmettendo abbastanza bene, quindi potrebbe non dover evolversi per essere endemico“. Qualsiasi evoluzione che si verifica in un Coronavirus endemico, incluso uno che si innalza stagionalmente, potrebbe essere meno virulento. Non vuole ucciderti prima di trasmetterlo“, ha affermato il biologo Michael Farzan. Ci si aspetterebbe quindi una lenta attenuazione della virulenza” se il virus diventa come l’influenza stagionale. Le persone morte non trasmettono virus “e persino le persone sedute nei loro letti e tremanti” perché sono gravemente malate “non lo trasmettono così bene“, ha proseguito Farzan. Quindi, sembra destinato a rimanere un virus trasmissibile da uomo a uomo piuttosto innocuo, come ha affermato lo stesso direttore dell’OMS.

Partendo dalla premessa che il Pentagono conduce ricerche sull’Ebola come agente aereo o aerosol letale da oltre 40 anni, ci preme ricordare che è proprio questo vaccino, il vaccino contro l’Ebola di Merck, che può essere usato per fornire nuovi ibridi nell’aria e più letali, nuovi Coronavirus, ibridi di Ebola, alle persone, come parte della campagna di vaccinazione in corso nella Repubblica Democratica del Congo.

Frank Plummer era in Kenya quando è morto! E il nostro pensiero è che potrebbe essersi recato in Africa per organizzare la raccolta di nuovo materiale da aggiungere ai lotti del vaccino prodotto da Merck e che rendono virus Ebola più aereo e maggiormente trasmissibile.

 

*** Sottolineiamo che questi sono nostri punti di vista sanitari, determinati dalle analisi degli eventi e dalle interpretazioni basate sui fatti e sulle prove a disposizione reperibili on-line, e non sulle dichiarazioni di fatto. ***

 

Riproduzione riservata ©

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...