Annunci

campylobacterIn studi eseguiti da parte del CDC è risultato che le infezioni intestinali  da Campylobacter jejuni sono da 2 a 4 volte più frequenti di quelle da Salmonella o da Shigella. Questo bacillo è responsabile, in un’elevata percentuale, della diarrea dei viaggiatori.

Il genere Campylobacter jejuni comprende 18 specie, fra le quali alcune patogene per l’uomo. In natura esiste un serbatoio del bacillo, rappresentato dall’intestino degli uccelli e di alcuni mammiferi domestici e selvatici.: è stato isolato nel 30-100% dei casi dalle feci di polli, tacchini e uccelli acquatici.

La trasmissione all’uomo di Campylobacter jejuni avviene per ingestione di cibi contaminati, ma anche attraverso latte non pastorizzato, acqua non clorata o attraverso l’ingestione di carne di animali da cortile non sufficientemente cotta, oppure, più di rado, per contatto diretto con le feci di animali o di persone infettate.

La trasmissione da persona a persona avviene molto di rado e soprattutto fra bambini che non controllano ancora l’emissione delle feci.

La maggior parte delle infezioni è asintomatica. Il quadro clinico delle infezioni da Campylobacter jejuni è molto simile a quello delle enteriti dovute ad altri batteri enteropatogeni.

I dati ricavati da studi epidemiologici dimostrano che è possibile lo sviluppo di un vaccino contro Campylobacter jejuni. Tuttavia, l’immunità verso questo agente infettivo è molto complessa e ancora non ben conosciuta.

La preparazione del vaccino è resa difficoltosa dalla fortissima diversità antigenica degli agenti infettivi e dal fatto che detrminanti antigenici non sono stati chiaramente identificati.

L’obbiettivo di un vaccino contro Campylobacter jejuni è quello di ridurre le complicanza dell’infezione, anche se ci sono molti dubbi sulla possibilità che un tale vaccino non possa esso stesso indurre identiche complicazioni: artrite reattiva e Sindrome di Guillain-Barré.

Nonostante decenni di ricerche, un vaccino contro Campylobacter jejuni non è stato ancora preparato.

Annunci

Commenta per primo